GORENJ BARNAS - VERNASSINO

Vernassino
Vernassino
Il paese è in ottima posizione soleggiata sulla valle dell'Aborna e alle pendici del monte San Canziano.


Altitudine 458 m

Denominazione locale degli abitanti: Podbarnašanji

Abitanti 27 (a. 1997)

Famiglie 12

Case 12

Il paese è posto in una bella posizione esposta al sole ad una altitudine di 458 metri sotto il monte S. Canziano (Sv. Kocijan). Da questo si vede un meraviglioso panorama sulla Valle di Savogna, su quella del Natisone, sulla pianura friulana e sulle Alpi e Prealpi Giulie.

I dintorni di Vernassino sono molto adatti alla frutticoltura e nelle borgate vicine una volta si produceva il rinomato vino bianco Cividin. Ma la coltivazione di tale vitigno è stata ormai abbandonata e del resto l'agricoltura non viene quasi più praticata.

Vernassino è ricordato in un documento del 1269 come Virniscin.

La chiesa, situata in posizione elevata per chi giunge dal basso, è stata fondata nel XV-XVI secolo, ma fu diverse volte radicalmente ristrutturata, soprattutto nel 1725. E' dedicata ai Santi Primo e Feliciano. Sv. Primož è il santo di molte chiese della vicina Slovenia.

Da essa dipendevano la chiesa di S. Giorgio e per meta quella di S. Canziano, oggi ridotte in rovine, sui monti omonimi. Pregevole la pala d'altare delle Vergine, dipinta da O. Politi nello scorso secolo.

Il 12 febbraio 1944 il paese fu bombardato dai tedeschi: il bombardamento era diretto contro i partigiani, ma vennero distrutte due case e altre danneggiate. Perirono quattro persone.

Cognomi più diffusi

Blasutig, Cernoia, Cedron e Coren.

NOMI DI CASATO Jurjovi, Juretovi, Lienartovi, Jurcovi, Tončacovi, Vanacovi, Curinovi, Muhorovi, Borgovi, Tinukni, Čižgujovi, Toncovi, Korenovi, Tonovi.

Per l'origine del nome GORENJ BARNAS (it. VERNASSINO) vedi Vernasso.

Mons. Giovanni Petricig

Nacque a Vernassino mons. Giovanni Petricig, parroco a S. Leonardo e a S. Pietro e poi canonico del Capitolo di Cividale.

Scrisse la Cronaca della Parrocchia di S. Leonardo, colà conservata, importante documentazione della storia locale dal 1908 al 1918.

Giovanni PETRICIG (Vernassino 1871 - Cividale 1964). Compiuti gli studi a San Pietro, Cividale e a Udine, fu ordinato sacerdote nel 1899. Fu cappellano a Faedis e poi parroco prima a San Leonardo (1908-18) e poi a San Pietro al Nat. (1918-35). Nonostante l'ostilità dei nazionalisti locali continuò ad usare la lingua slovena nelle pratiche religiose, ma a lungo andare dovette arrendersi di fronte alla prepotenza fascista e lasciare la parrocchia.

Come canonico del Capitolo di Cividale fu per 29 anni ricercato confessore e consigliere spirituale dei fedeli delle Valli.

Preparazione della pagina Ruben Specogna

Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it