Sul Matajur sventola una bandiera slovena


Pur in territorio italiano, il vessillo è stato issato in un rifugio privato
07/01/2015
Polemica nella Valli del Natisone per la presenza di una bandiera slovena sul pennone di un rifugio alpino in territorio italiano. A segnalare l’episodio è il consigliere regionale di Forza Italia Roberto Novelli.

“Con la legge n. 222 del 2012 – spiega Novelli - è stata istituita il 17 marzo di ogni anno la Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera. La ricorrenza è stata istituita festività civile all’obiettivo di ricordare e promuovere i valori di cittadinanza e riaffermare e consolidare l’identità nazionale attraverso la memoria civica. Bene tutto questo sembra essere acqua fresca per i gestori del rifugio Dom sul monte Matajur che, anziché fare sventolare sul pennone la bandiera italiana, fa la sua bella mostra svolazzante quella slovena. Pur comprendendo che il rifugio è privato e che è gestito da persone che si sentono appartenere alla minoranza slovena, trovo inopportuno e anche offensivo che almeno a fianco non vi sia anche la bandiera italiana”.

“Molte persone, in gran parte valligiani – continua Novelli - sono stati infastiditi da un atteggiamento che è pura provocazione politica e che meriterebbe un sondaggio per far capire a lor signori che sono lontani anni luce dal sentire comune della stragrande maggioranza degli abitanti delle Valli del Natisone, ma anche di tutti i comuni della provincia di Udine inseriti molto spesso forzosamente all' interno dell' area di tutela della minoranza slovena. Una minoranza super tutelata come quella slovena merita rispetto, ma entro il limite in cui rispetta tutti gli abitanti delle valli che si sentono di matrice slava e italiani, ma non di minoranza nazionale slovena”.
il Friuli.it

Bandiera sul Matajur: è polemica

09 gennaio 2015
SAVOGNA. Bandiera slovena sventolante su suolo italiano, per quanto in fascia di confine... e per quanto a ridosso di un rifugio (il Dom, sul Matajur) gestito proprio da sloveni. Attenuanti, queste? Per nulla, a parere di qualcuno che ha immortalato la scena e che, indignato per una presenza giudicata fuori luogo, ha trasmesso la fotografia al consigliere regionale Roberto Novelli, certo di trovare sponda. E così è stato. «Grave - attacca il forzista -, perdere il valore simbolico della bandiera. Vero è che i gestori del Dom sentono di appartenere alla minoranza slovena: trovo comunque inopportuno, e anche offensivo, che non si sia pensato di issare - accanto a quella della Repubblica di Slovenia - anche il tricolore. Cos'è, vogliono forse creare... una zona extraterritoriale? Molti valligiani sono infastiditi da un atteggiamento che è pura provocazione politica». (l.a.)
Messaggero Veneto Udine



Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it