Sono quasi scomparse!

E' solo una mia impressione o è un dato reale?
Servirebbe la collaborazione di molti.

Le cincie

Inverno 2005
Inverno 2005
La mia impressione, già di diversi mesi fa, è che le cincie quest'anno siano scomparse o quasi.
Ce n'è incredibilmente poche.

Di solito le cincie scendevano dai monti già dai primi di settembre. Almeno la metà si fermava nel fondo Valle e qui svernava, un'altra metà emigrava oltre. per trovare più facilmente il cibo.
Quest'anno a settembre non si vedeva nessuna cincia, proprio nessuna.

Ero convinto che il fenomeno fosse collegato alla stagione particolarmente mite di quest'anno. Però verso la metà di ottobre venne la brina per diversi giorni, ma di cincie nemmeno l'ombra. Solo qualche settimana fa ho visto le prime.

Ho notato un secondo fatto:
la cincia di solito non è molto paurosa, anzi è molto curiosa e sprezzante del pericolo. Lo sapevamo benissimo noi ragazzi quando le catturavamo con le "skrinje" per chiuderle (incoscienti!) in una gabbia. Ed è proprio per questa sua innata curiosità che la vita media di una cincia è di circa un anno e mezzo. Una media bassissima, forse la più bassa fra tutti gli uccelli. Si salvano per la grande prolificità (nidifica in qualsiasi cavità, covando da 8 a 10 uova). Quest'anno, invece, le cincie sono particolarmente paurose. Non solo non si lasciano avvicinare ma appena ti vedono fuggono insolitamente lontano.
Ho messo come il solito delle noci sgusciate nel solito posto. Mentre gli altri anni sparivano in brevissimo tempo, quest'anno rimangono per più giorni.
Inverno 2005
Inverno 2005
Qualcosa dev'essere successo! Ma cosa?
Forse sono morte tutte le cincie che avevano una certa dimestichezza con l'uomo. Ma perchè sono morte?
Forse hanno seguito altre vie migratorie. Ma perchè?
Forse verranno più tardi? Non lo credo. Perchè c'è già stata la neve sul Matajur, cioè più o meno a 1200 metri di altitudine. Nessuno le avrebbe fermato.

Vorrei sapere se queste mie osservazioni trovano riscontro nelle osservazioni di altri, in particolare di chi si interessa di uccelli. E in caso positivo desidererei sapere l'interpretazione di questo fenomeno.

Io un'interpretazione ce l'avrei, naturalemnte è tutta da verificare.
Secondo me quest'anno le cincie non sono nate, o meglio se sono nate sono morte prima di uscire dal nido. Di solito ogni anno nei dintorni della casa ci sono tre, quattro e più nidiate, che quando escono dal nido fanno per almeno un giorno un gran baccano nei dintorni. Quest'anno non le ho sentito.
Se questo è vero penso che nei dintorni sia stato usato un veleno particolarmente micidiale nell'irrorazione dei meleti.

Altrimenti, una seconda interpretazione potrebbe essere il secco eccezionale per periodi molto lunghi, che avrebbe fatto morire di sete le povere cincie (ma allora anche altri uccelli). So che mia moglie metteva tutti i giorni dell'acqua nei dintorni della casa e tantissimi uccelli venivano a berla, mentre di solito andavano in cerca di tutto fuorchè dell'acqua.

Sarebbe interessante conoscere la ragione precisa. Perchè se si tratta di inquinamento dovremmo iniziare a preoccuparci davvero!
Inverno 2004
Inverno 2004
Nino Specogna

Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it