Giro d'Italia 2016

Relazione incontro del 12 gennaio
Martedì 12 gennaio le associazioni delle Valli del Natisone si sono riunite presso la sala consiliare di San Leonardo per raccogliere idee e suggerimenti in vista del passaggio del Giro d'Italia del prossimo 20 maggio. L'incontro, organizzato dalle amministrazioni comunali, ha riscosso un ottimo successo di partecipazione. Su circa un centinaio di associazioni invitate, ben cinquantatre si sono presentate all'incontro nella persona di uno o più rappresentanti.
Le associazioni hanno dimostrato la loro disponibilità a collaborare in vista di questo importante evento storico per le Valli del Natisone e sono emerse diverse proposte interessanti.
Ecco a grandi linee chi ha preso la parola e cosa è stato proposto durante la riunione:

PAOLO SIMAZ (COMITATO FESTEGGIAMENTI e ANA SAN LEONARDO):

ha lamentato che lo stanziamento di 800.000€ non è sufficiente per le spese di pulizia e preparazione del territorio. Secondo Simaz ce ne vorrebbero almeno un altro 1 milione in più. Ha richiesto l'intervento di Enzo Cainero per ricevere indicazioni operative a riguardo e ha auspicato la presenza di Cainero ad almeno altre due riunioni come questa.

I rappresentanti del COMITATO FESTEGGIAMENTI SAN LEONARDO

hanno in generale esortato le associazioni a cogliere al volo l'occasione del Giro per valorizzare il territorio.

ISTITUTO DI CULTURA SLOVENA

in veste di MARINA CERNETIG: Ha proposto la creazione di una brochure su tutto quello che c'è da visitare sul territorio delle Valli. Magari con l'aiuto di un'agenzia esterna. Ha proposto poi ci creare allo SMO una mostra per i 40 anni dal terremoto e ha suggerito la creazione di un calendario degli eventi

ANTONIO DE TONI (NEDISKE DOLINE):

Ha concordato con l'idea della brochure e ha ricordato che i ragazzi che prestano servizio civile alla Nediske Doline garantiscono l'apertura dell'ufficio turistico delle Valli, sono perciò a disposizione nel tempo e nelle competenze per la creazione della brochure, senza doversi rivolgere a un'agenzia esterna.

Il CAI in veste di IVANA CHIABUDINI

ci ha riportato una notizia inedita: il club alpinistico aprirà a breve e renderà operativo il rifugio sul passo San Martino e organizzerà una sorta di sosta ristoro per i visitatori, dato che il giro passa per quella zona;

GIUSEPPE CHIABUDINI (CASA DI RIPOSO; CORO NEDISKI PUOBI):

ha proposto l'organizzazione di una serata culturale con i cori delle Valli che vorranno partecipare e ha ribadito l'importanza di organizzare delle iniziative anche con gli anziani del posto;

GIOVANNI MOREALE (Bar al ponte):

Ha espresso la sua convinzione della necessità di vedere emergere una o almeno tre associazioni leader dopo questa riunione e di ricercare la disponibilità di almeno 500 volontari che si occupino del lavoro sul territorio. L'associazioni di cui sopra, secondo lui dovrebbero essere: il Comitato Vernasso (vista l'esperienza nell'organizzazione della sagra di Vernasso, evento che conta grandi numeri di partecipazione); e Vallimpiadi per la gestione della pubblicità dell'evento.

Il sindaco di San Leonardo ANTONIO COMUGNARO

ha voluto rispondere subito al'intervento di Moreale, dicendo che questa modalità di organizzazione non è da escludere ma che è necessario convolgere tutte le associazioni che vogliono impegnarsi senza escluderne. Almeno dal punto di vista operativo, piuttosto che organizzativo.

GIOVANNI COREN:

ha domandato se vi sono richieste precise o no dall'alto, ovvero da chi organizza il Giro. Il sindaco di san Pietro Zufferli ha risposto ribadendo che i contatti con Cainero ci sono già stati.

TIZIANO MANZINI (Comitato Vernasso):

Ha espresso la necessità di di avere un coordinatore e un gruppo di persone che si incontrino ogni due settimane per risolvere le varie problematiche e organizzare gli interventi, creando magari una associazione ad hoc.
Ha suggerito di concentrarsi come prima cosa sul sistemare le strade che secondo lui devono esser pronte entro il 20 aprilealtrimenti c'è il serio rischio che il Giro non passi per le Valli.
Ha infine sollevato il problema tecnico delle scuole: ci 600 tra bambini e ragazzi a San Pietro che escono da scuola proprio nell'orario di passaggio del Giro. Questo è un'aspetto organizzativo da non dimenticare.

Risposta di COMUGNARO: Se le associazioni danno l'assenso si possono creare incontri bisettimanali con 15 persone/delegati. Le associazioni leader potrebbero essere: Comitato Vernasso, Vallimpiadi, Pro Loco Nediske Doline e alpini.

Rappresentante di ATLETICO 4 VALLI (Ivan Ruttar?):

ha proposto l'organizzazione di una gara di mountain bike negli stessi giorni. Ha rafforzato l'idea che pulire le strade e renderle agibili il più possibile è la priorità e ha domandato come fare per presidiare il percorso, altrimenti si solleva la necessità di assumere personale per presidiare il percorso.

Risposta COMUGNARO: i controlli saranno compito di Cainero, Rocco e forestali ma per ora la pulizia è stata fatta solamente da addetti provinciali.

Risposta POSTREGNA: c'è già stato un incontro a riguardo in Comunità Montana.

PAOLO DREOSSI:

ha suggerito il coinvolgimento di TEAM GRAZON associazione sportiva che opera nelle Valli e che coinvolge più di 500 ragazzi in diversi gruppi sportivi. Ha appoggiato l'idea della necessità di un coordinamento e della scelta di un rappresentante. Ha espresso la convinzionje dell'importanza di coinvolgere i ragazzi locali e altri giovani delle Valli nel programma dei 4 giorni di festa.

Risposta Comugnaro: Chi è interessato verrà contattato.

MICHELA PREDAN

(Albergo diffuso): Si è detta d'accordo sull'importanza di stilare un programma dell'evento. Ha riportato che l'associazione albergo diffuso è in contatto con l'albergo diffuso del Torre e sono già state fatte tra loro cinque riunioni per prepararsi all'affluenza di visitatori.

Rappresentante AGRI BIKE:

Ha proposto l'organizzazione di giri liberi in bici che abbiano come obbiettivo la visita a varie attrazioni turistiche e aziende. Ha proposto inoltre di valorizzare le trincee della Grande Guerra presenti sul monte Spik. Si è inoltre dichiarata d'accordo sul fatto che il coordinamento tra le associazioni venga affidato alla pro loco Nediske Doline nella sua veste di Ufficio Turistico delle Valli.

MARINO GOSGNACH

(polisportiva matajur): Ha espresso l'idea che abellire i paesi dove passa il giro sia una questione importante.

BONINI( Srebrna Kaplja):

Ha ribadito l'importanza di migliorare la viabilità e della necesità che se ne occupino i comuni e la provincia. Ha sollevato nuovamente la questione della visibilità ricordando che è importante sia tutto pulito. Ha poi espresso cautela nei confronti dell'entusiasmo che suscita l'evento. Ha consigliato di frenarlo perché non è detto che l'evento porti con sé solamente elementi positivi. Si è detto d'accordo con Michela Predan e con l'idea che l'associazione capofila sia la nediske doline nella veste di Ufficio Turistico.

COMITATO FESTEGGIAMENTI SAN LEONARDO:

ha propugnato la necessità che venga scelto un rappresentante per ogni comune entro la prossima settimana. Nello specifico entro venerdì 15
- E' stata proposta l'organizzazione di visite alle chiesette votive nei giorni del Giro.

MARINO GOSGNACH (POLISPORTIVA MATAJUR)

contare quanti ciclisti vanno sul matajur ( in partenza da ponte di savogna)

Il sindaco di San leonardo, ANTONIO COMUGNARO:

ha espresso l'idea che è necessario siano i ragazzi del servizio civile e i comuni più grandi a contattare le singole associazioni per capire chi è disposto a collaborare.

DE TONI – NEDISKE DOLINE :

ha precisato la differenza tra Pro Loco Nediske Doline di cui è presidente, e l'ufficio IAT (Informazione e Accoglienza Turistica, leggi: Ufficio Turistico). La funzione di Ufficio Turistico è affidata alla Proloco Nediske Doline che la mantiene tramite i ragazzi del servizio civile.
Perciò la capofila delle associazioni assieme ai comuni di San Leonardo e San Pietro non sarebbe la Nediske Doline ma l'Ufficio Turistico (Ufficio IAT).

MAURIZIO TEMPORINI

(presidente conf commercio friuli orientale) ha espresso l'idea dell'importanza di unire tutte le associazioni

MASSIMO MEDVES(VALLIMPIADI):

Ha sottolineato l'importanza strategica di Ponte San Quirino come “porta delle Valli”. Ha proposto di attendere i ciclisti a Ponte San Quirino e ha inoltre proposto la creazione di una mappa per l'occasione.

PAOLO TOMASETIG:

Ha espresso l'importanza di tenere pulire e tenere in ordine il territorio e quella di coinvolgere i privati;

LUCA BOSCO(VALLIMPIADI/GRUPPO SPELEO):

Ha ribadito l'importanza di non fermarsi a considerare solo i 4 giorni di festa ma di organizzare anche altro (itinerari in bici e mappa come base). Non vedere il 20 maggio come punto d'arrivo ma come punto di partenza per attività future.

NARDINI Di Cividale: Ha proposto la creazione di un'iniziativa, “discovery valley” che consiste

nell'inviatere a ripercorrere in bici il giro delle Valli timbrando un braccialetto a:
Porzus, Antro,Matajur e Castelmonte, con vari


Al termine dell'incontro, è stato assegnato all' Ufficio IAT, con sede a San Pietro al Natisone, il ruolo di referente delle varie associazioni.
La volontà principale è quella di formare un gruppo di lavoro, coordinato dalle amministrazioni di San Leonardo e di San Pietro, in collaborazione con gli altri enti comunali, per pianificare il programma e le strategie da attuare in previsione del Giro d'Italia.
Tali incontri si svolgerebbero con cadenza settimanale.


In conclusione, per migliorare il servizio turistico, l'ufficio IAT invita le varie associazioni ad elaborare e trasmettere il proprio programma delle attività previste nel anno corrente per pianificare al meglio il servizio turistico nelle Valli del Natisone ed esser pronti per affrontare questa importante sfida.

Entro venerdì 15 gennaio le amministrazioni comunali sono pregate di riferire il nome di due associazioni per il prossimo incontro di martedì 19 gennaio.


Nell' incontro introduttivo diverse associazioni hanno espresso le loro opinioni e ad emergere sono state le seguenti roposte/problematiche:


 coinvolgimento di tutte le amministrazioni e associazioni
 tempistica per la realizzazione dei vari progetti
 stanziamento dei fondi, manutenzione delle strade, sfalcio dei boschi e manutenzione della carreggiata
 piano urbanistico da attuare in vista dell'evento
 modifica della tappa stabilita a metà settembre che comporterà il passaggio della corsa anche nel comune di Pulfero
 valorizzazione del territorio, non legato solamente all'evento Giro d'Italia
 creazione di una brochure e di una mappa illustrativa delle Valli del Natisone
 3-4 giorni di festa nell'area festeggiamenti di San Leonardo.
 attività organizzate dalle singole associazioni, legate al proprio programma d'attività, che saranno di contorno all'evento
 creazione di eventi di natura ciclistica
 collaborazione con entità private per la realizzazione delle sovra citate attività

Diverse associazioni esterne, presenti all'incontro, hanno dimostrato la volontà di collaborare per la buona realizzazione dell'evento.

Contatti Ufficio IAT Valli del Natisone

indirizzo: Via Alpe Adria 13/1 San Pietro al Natisone
recapito telefonico: 339 8403196
indirizzo e-mail: sede@nediskedoline.it
orari apertura sede: dal lunedì al venerdì 10.30-13.00
sabato e domenica: 10.30-13.00 e 15.30-18.00
Giornata di chiusura: giovedì



Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it