Immondizie: raccolta differenziata


Le immondizie sono un problema anche per il Friuli
Nessuno parla più di immondizie: sembrerebbe che tutti i problemi siano stati risolti, naturalmente non solo il problema di Napoli ma anche i problemi di tante altre regioni o province, che pure “allora” venivano pubblicizzati.

La politica è la politica (quasi sempre sporca), ma c'è anche il bisogno di un comportamento responsabile almeno da parte di chi si pone razionalmente i problemi e razionalmente cerca di risolverli.

E le immondizie sono un problema e lo saranno sempre più anche qua da noi, in Friuli.
Eppure se tutti fossimo responsabili, il problema immondizie si ridimensionerebbe enormemente.

La soluzione al problema è la raccolta differenziata delle immondizie che naturalmente deve avvenire lì dove l'immondizia si crea.

Ora è noto che c'è una resistenza abbastanza allargata, per pigrizia, a questo tipo di raccolta anche se, nello stesso tempo, un certo numero di famiglie hanno ormai consolidato l'abitudine a una seria raccolta differenziata.

Non di rado, sollevando il coperchio del cassonetto, si notano casse da frutta di legno, avanzi di cucina, bottiglie di plastica e di vetro, ecc.

Nella nostra esperienza posso affermare che produciamo un sacchetto di vera immondizia alla settimana, talvolta addirittura uno ogni quindici giorni.
Tutto il resto va nella raccolta differenziata, che portiamo ogni sabato ad Azzida nel luogo di raccolta.

Ma come mai tanta gente non sta al gioco?
Come mai troppi non capiscono che non facendo la raccolta differenziata si danno la zappa sui piedi?
E cosa si può fare per convincere tutti alla raccolta differenziata?

Idee per il Forum

Chi vuole contribuire con delle idee può manifestarle scrivendo nel Forum anche solo raccontando la propria esperienza.
L'esempio è la migliore propaganda.

Immondizia anche per prati e boschi

E c'è pure il problema delle immondizie disperse nell'ambiente.
E se questo spesso avviene per opera di visitatori inconsulti, sappiamo che è opera anche di persone del luogo, che, essendo padrone di un certo territorio, si credono autorizzate a lordarlo nel peggiore dei modi.

Consigli per la raccolta differenziata

Osiamo dare dei consigli per la raccolta differenziata

Carta e cartone

Separare giornali e riviste dai loro involucri di cellophane;
togliere la "finestra" di plastica dalle buste da lettera;
schiacciare le scatole di cartone e cartoncino e, ovviamente, buttare tutto nel cassonetto della carta.
E' possibile conferire anche i contenitori in poliaccoppiato (tetra-brik) del latte o dei succhi di frutta preventivamente sciacquati.
Vanno, invece, tra i rifiuti domestici i tovagliolini e i bicchieri di carta sporchi, la carta oleata o plastificata (per esempio quella degli insaccati).

Vetro

Lavare bottiglie e vasetti di vetro (togliete i tappi che vanno riposti nei vari cassonetti a seconda del materiale) e buttarli nelle campane per la raccolta del vetro dove vengono raccolte anche le lattine e i barattoli.

Piatti, oggetti di ceramica o terracotta, specchi, lampadine a incandescenza vanno tra i rifiuti domestici.

Lattine - barattoli

Presso alcuni bar e centri di ristoro esistono contenitori appositi per la raccolta delle lattine; altrimenti dovete gettare le lattine di alluminio e i barattoli in banda stagnata nelle campane per il vetro (ad es. bevande, cibo per animali, conserve alimentari, ecc.).

Plastica

Le bottiglie in plastica (PET, PVC, PE) e i flaconi di detersivi vanno sciacquati e schiacciati nel senso della lunghezza, chiusi con il loro tappo, anch’esso riciclabile, e riposti nel cassonetto per la raccolta della plastica.
Non è necessario staccare eventuali etichette di carta.
Anche tutti gli altri contenitori in plastica per alimenti e non, che vengono acquistati al supermercato possono essere smaltiti nel cassonetto a patto che non contengano residui di alimenti.

Rimangono esclusi da questa raccolta gli arredi, i giocattoli, le custodie per CD, piatti, bicchieri, posate in plastica, portadocumenti, accessori per auto, bidoni e cestini, borse e zainetti che vanno smaltiti nei rifiuti domestici.
Contenitori per colle o vernici, sacchetti per cemento, piccoli e grandi elettrodomestici vanno conferiti all'isola ecologica.

Medicinali scaduti

I contenitori per la raccolta si trovano, di solito, davanti alle farmacie; prima di liberarvi dei medicinali scaduti toglierli dalle confezioni di carta.

Rifiuti pericolosi ed ingombranti Per i rifiuti urbani pericolosi (batterie per auto, vernici, olii alimentari e minerali usati, ecc.) e per i rifiuti ingombranti (mobili, elettrodomestici, imballaggi di cartone, plastica e legno, ecc.) è necessario servirsi delle stazioni ecologiche attrezzate (Azzida).
Per le pile utilizzare gli appositi contenitori gialli che, di solito, si trovano nei pressi dei cassonetti.

Rifiuti organici

Tra i rifiuti organici si devono comprendere i resti di cucina quali: pesce, carne, ossa, uova e gusci, pane, pasta, riso, scarti di frutta, di verdure, fondi di caffè, lettiere di animali domestici, tovaglioli di carta.
Da noi è praticissimo il COMPOSTER.

Consumo consapevole

Articoli da gettare

Evitareo di comperare stoviglie, posate, tovaglie, accendini, lattine e barattoli da gettare.

Borsa della spesa Ricordiamoci di riutilizzare la borsa della spesa, soprattutto se è di plastica, evitando di comprarne una nuova ad ogni spesa.

Alimenti di stagione senza imballaggio

Evitiamo gli scatolami, gli involucri di plastica e di cartone, i cibi surgelati dall'imballaggio dispendioso.
Comperiamo verdura e frutta fresca di stagione: richiede un basso consumo energetico per la produzione, la conservazione ed il trasporto, crea poco imballaggio e permette la scelta della quantità voluta dal cliente.

Bottiglie riutilizzabili

Riportiamo al negozio i vetri che si possono rendere.
Non gettiamoli nella spazzatura o, peggio, lasciamoli in giro; riponiamoli negli appositi contenitori per il vetro da riciclare.
Nino Specogna

Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it