Cividale ha deciso

Slavia e Cividale due diverse entità istituzionali.
E’ con grande soddisfazione che il “Forum per la Slavia” prende atto sia della decisione del consiglio comunale di Cividale di manifestare la propria contrarietà alla sua prospettata inclusione nell’Unione dei comuni montani delle valli del Natisone che della contemporanea manifestazione della volontà di rafforzare tutte le possibili collaborazioni, convergenze e sinergie tra le due diverse entità istituzionali.

In particolare, il “Forum per la Slavia” apprezza le motivazioni addotte dal consigliere Roberto Novelli nel fondare in una innovativa prospettiva costituzionale ed europea la decisione del consiglio municipale cividalese riferendosi a concetti quali la “sussidiarietà” e l’autonomia delle “formazioni sociali”.

Con questo atto, gli attuali amministratori della Slavia friulana ma anche e soprattutto la società civile tutta di questo comprensorio si ritrovano caricati di una non indifferente responsabilità e cioè quella di riprendere cammino della pratica autonomista, per secoli validamente praticata dai loro antenati.

Di fronte all’apertura di una possibile nuova fase storica per la vita una comunità troppo a lungo caratterizzata da sottosviluppo economico, emarginazione sociale, emigrazione e scompensi di varia natura, il “Forum per la Slavia” rinnova l’appello - lanciato già nel 2009 ma colpevolmente ignorato dalla stampa locale - rivolto a tutte le forze sociali, culturali, economiche e politiche del territorio perché aprano, con umiltà e senso di responsabile unitarietà, un democratico confronto nella ricerca degli orientamenti strutturali, amministrativi e politico-programmatici in grado di realizzare con l’Unione dei Comuni delle Valli del Natisone una condivisa alternativa al degrado in atto e così, fattivamente rispondere alla stimolante e condivisibile sollecitazione del consigliere Roberto Novelli che concludeva il suo intervento affermava l’intento di voler “solennemente riconsegnare alle popolazioni della Slavia, come atto di fiducia nel loro confronto, il diritto ad amministrare se stesse.”

Il “Forum per la Slavia” intende assumere nell’immediato futuro una serie di iniziative atte a verificare la disponibilità degli attuali amministratori locali ad assumersi una leadership comunitaria unitaria slegata dalle superate logiche partitiche, oramai diventate, nel contesto della Slavia, prive di significato e potenzialità strategiche.
In alternativa, non potrà non svilupparsi, dal basso, un movimento politico trasversale pronto a relazionarsi con tutte le personalità e forze sociali e politiche disposte ad impegnarsi nella individuazione di un percorso di rinascita e sviluppo della Comunità, a partire dalle questioni che pone la costituzione della locale Unione dei Comuni la cui soluzione deve prefigurare assetti istituzionali in grado di garantire a queste popolazioni un futuro diverso da quello subito nell’ultima parte della loro Storia.
Forum per la Slavia

Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it