Vivere bene in montagna

Vivere bene in montagna e favorire il movimento turistico dal centro al Monte Matajur
Saranno chiesti 200mila euro per sistemare 6 km strada Loch-Mersino.
Mersino è uno dei borghi montani più suggestivi, vivaci e meno spopolati delle Valli del Natisone.
Si tratta di una strada a tutti gli effetti turistica, perché attraversa borghi, ambienti naturali e abitati di grande bellezza, sempre più ricercati da chi vuole trascorrere una giornata o un finesettimana rilassante, ritemprante. Ma va sistemata ; al momento, infatti, non si presenta come strada ma più come un tracciato semisterrato, con buche, avvallamenti, cedimenti dei muretti, guardrail di protezione da rifare o posare ex-novo laddove mancano”.

Si tratta di 6 chilometri da mettere in sicurezza, da Loch a Mersino, per cui l’assemblea civica di Pulfero, nei giorni scorsi, in sede di consiglio comunale, ha deciso di inserire nel piano delle opere pubbliche.
Mersino, infatti, è una delle località montane che meno si è spopolata, in questi decenni. La sua è una comunità viva, con tante famiglie, giovani, uomini e donne attivi, che si danno da fare per mantenere le tradizioni locali e per organizzare eventi di richiamo.
Una strada sicura è fondamentale per chi lì vi risiede e lavora altrove, porta i bambini a scuola e ne fruisce, quindi, giornalmente. Anche per il trasporto pubblico.

Servono 200mila euro

Mancano però in fondi: servono 200mila euro per l’opera. Dopo questo primo passaggio in consiglio comunale, l’amministrazione municipale chiederà un contributo alla Regione in base alla legge 14.

Altre opere pubbliche

Tra le altre opere pubbliche di cui si è discusso nella recente assemblea civica anche la sistemazione degli impianti sportivi - tra breve partiranno i lavori per gli spogliatoi, in località Podpolizza, già coperti finanziariamente -; e la sistemazione dei posteggi a Brischis.
Sempre in consiglio due le variazioni per maggiori entrate per un totale di circa 43mila euro: le somme extra saranno impiegate per progettazione di opere (10mila euro) e per manutenzione del patrimonio (33mila euro).
Nelle casse del Municipio anche 20mila euro in più per il miglioramento del servizio dello sportello per lo sloveno, e 15mila euro dalla Comunità montana.
Paola Treppo

Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it