24 maggio 1915


A Drenchia “notte bianca”e museo didattico nelle trincee con il “carro di Rommel”
Novantaquattro anni fa, il 24 maggio 1915, cominciava tragicamente a Passo Solarie (Comune di Drenchia) la partecipazione italiana alla prima guerra mondiale facendo registrare la prima vittima, l’alpino udinese Riccardo Di Giusto, ucciso dalle guardie confinarie austriache in ritirata verso la riva sinistra dell’Isonzo.
La Pro Loco “Nediške Doline-Valli del Natisone“ vuole ricordare queste vicende che così fortemente hanno toccato il Friuli intero con un weekend di stimolanti iniziative per comprendere sul campo come si svolsero quei fondamentali eventi storici.

In particolare domenica 24 maggio, dalle ore 10 alle 16 a Passo Solarie si terrà una giornata didattico-espositiva animata da un gruppo di appassionati ricercatori locali di reperti del periodo 1915-18.
In una grotta scavata dalle truppe italiane in quel periodo, facilmente accessibile a pochi passi dal rifugio Solarie (raggiungibile in auto) sarà possibile ammirare interessanti reperti dell’equipaggiamento delle truppe italiane, tedesche e austro-ungariche.
In particolare sarà esposto un carro militare tedesco, uno di quelli che hanno supportato la fulminea avanzata di Rommel nella battaglia di Caporetto, abbandonato nel 1918 dalle truppe germaniche nelle Valli del Natisone, fino ad oggi conservato gelosamente da una famiglia che ora lo ha affidato alla Pro Loco per “condividerlo” con appassionati e curiosi.
Inoltre, grazie ad un percorso di 10 pannelli informativi, sarà possibile ripercorrere i principali eventi del primo conflitto mondiale.
Saranno presenti alcuni figuranti che indosseranno divise degli eserciti schierati lungo il fronte dell’Isonzo.
Sarà possibile anche effettuare visite guidate alle trincee fortificate di “Na Gradu”.

Rimangono aperte fino alle
ore 18 di venerdì 22 maggio
al numero 338/1260311 o
all’e-mail segreteria@nediskedoline.it
le iscrizioni alla “notte bianca” lungo le trincee della grande guerra, in programma sabato 23 maggio.

Dopo aver percorso il “sentiero dell’arte” (con numerose installazioni di arte contemporanea prodotte negli anni da “Postaja Topolove”), si procede fino a Livške Ravne, in Slovenia, attraversando poi il “sentiero dei poeti” (così denominato per i romantici panorami) per imboccare infine camminamenti e trincee della prima guerra mondiale sul monte Kolovrat.

Durante il percorso le esperte guide della Pro loco “Nediške Doline-Valli del Natisone introdurranno i partecipanti ad un affascinante incontro con la natura, la storia e il misterioso mondo della mitologia e delle leggende della Slavia Friulana.

All’arrivo al rifugio Solarie (attorno alle ore 23) è previsto un rinfresco.
Da lì i partecipanti rientreranno a Topolò a piedi lungo facili sentieri attraverso i borghi rurali del comune di Drenchia.

E’ anche possibile prenotare a prezzi modici il pernottamento presso una delle case vacanza di Topolò.

Per approfondimenti: tel. 335/8420069

Pro Loco Nediške Doline - Valli del Natisone
Ufficio IAT San Pietro al Natisone
via Arengo della Slavia, 1
33049 San Pietro al Natisone (UD)

Tel/fax 0432 727975
Cell. 338 1260311 tutti i giorni dalle ore 9.00 alle 18.00

info@nediskedoline.it
www.nediskedoline.it
Pro Loco Nediške Doline

Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it