I prestiti tedeschi nel dialetto del Natisone

Tra le tante ricerche pubblicate da Božo Zuanella su DOM c'è anche questa: I prestiti tedeschi nel dialetto del Natisone. Noi ci auguriamo che quanto prima tutte le ricerche dello Zuanella, specie quella sui cognomi, vengano pubblicate. La nostra Comunità deve accorgersi che lavori così interessanti non possono rimanere sepolti nei numeri arretrati di un giornale.

Introduzione

Ogni lingua parlata è un organismo vivo che si modifica, si sviluppa e si arricchisce.

La lingua non è qualcosa di statico ma si adatta ai continui processi sociali, culturali, storici e tecnologici.

Anche l'attuale dialetto sloveno del Natisone è in parte diverso da quello che veniva parlato 700, 400 e 100 anni fa. Nel corso dei secoli ha subito delle modifiche, si è arricchito di nuovi vocaboli presi in prestito dal friùlano e dal tedesco ma si è pure impòverito sotto l'influsso sempre più aggressivo dell'italiano che sta soppiantando molti vocaboli dialettali originali.

I prestiti tedeschi nel dialetto del Natisone sono il risultato di diversi fattori o circostanze: l'emigrazione stagionale nei territori di lingua tedesca, l'appartenenza delle nostre Valli per diverso tempo alla amministrazione austriaca, i rapporti umani e commerciali tra le zone confinarie, la predicazione e l'insegnamento del catechismo nella lingua slovena ecc...

Dobbiamo notare che molta parte dei prestiti tedeschi nel dialetto del Natisone è presente in tutti i dialetti sloveni e ciò sta a dimostrare lo stretto legame che esisteva nel passato tra questo dialetto e tutta l'area linguistica slovena.

Questi articoli hanno lo scopo di fornire un elenco, anche se incompleto, dei vocaboli di origine tedesca presenti nel dialetto del Natisone e in modo particolare nella valle del Natisone e di Savogna. Molti di questi prestiti sono scomparsi dal linguaggio corrente in quanto sono venute a cadere le condizioni che li tenevano in vita e pertanto sono conosciuti dalle persone anziane, altri sono stati sostituiti da vocaboli italiani, altri però sono ancora in uso quotidiano.

Credo sia necessario conservare questi prestiti in quanto fanno parte integrante del nostro dialetto e perchè sono una viva testimonianza di processi sociali, culturali e storici avvenuti nel passato nell'area del Natisone.

Premessa

I prestiti di origine tedesca presenti nel dialetto sloveno del Natisone sono in prevalenza di carattere tecnico, È noto, infatti, che i dialetti in genere hanno un lessico piuttosto limitato, lagato principalmente alle attività agricole e alle normali attività dell'uomo. In questo campo però il dialetto ha creato una terminologia ricchissima e dal punto di vista funzionale pressocchè perfetta. I nuovi vocaboli o prestiti da altre lingue penetrano nel dialetto in seguito alla introduzione di attività artigianali prima sconosciute, di nuovi strumenti di lavoro, di nuove tecnologie ecc. Molti prestiti tedeschi di questo tipo sono stati accolti nel nostro dialetto in epoca relativamente recente e non direttamente dall'area linguistica tedesca ma dalla vicina valle dell'Isonzo dove l'influsso tedesco era più marcato che da noi.

Non dobbiamo dimenticare inoltre che i rapporti umani e commerciali tra le due aree erano molto vivaci e hanno una storia plurisecolare. Altri sono stati introdotti per la mediazione dei nostri venditori ambulanti (kramarji) e dei lavoratori stagionali che si guadagnavano il pane nei territori di lingua tedesca.

Un discorso a parte va fatto per i prestiti tedeschi che fanno parte della terminologia religiosa locale o sono collegati a sentimenti ed esperienze dello spirito. Questi termini sono presenti nel nostro dialetto da centinaia di anni, alcuni forse già dal medio evo. Molti sono penetrati nel nostro dialetto anche attraverso la predicazione e il catechismo in lingua slovena. I sacerdoti delle Valli del Natisone usavano, nel passato, le antiche traduzioni della bibbia o i prontuari delle prediche in sloveno dove ritroviamo più o meno quasi tutti i prestiti tedeschi di carattere religioso usati nel dialetto del Natisone.

(Nell'archivio della parrocchia di S. Leonardo esiste ad es. La Bibbia tradotta da J. Japelj in sloveno nel 1784 e il Palmarium empyreum, una raccolta di prediche in sloveno di Mihael Kramer edite nel 1731-1743).

L'elenco dei prestiti tedeschi verrà diviso per categorie e accanto ad ogni parola sarà segnata la attuale forma tedesca corrispondente. I prestiti di origine tedesca che andrò elencando nelle prossime puntate non sono presenti in maniera omogenea su tutto il territorio delle Valli del Natisone. Alcuni sono conosciuti da tutti altri, invece, sono patrimonio di una zona imitata o addirittura di un singolo paese. Il maggior numero di prestiti tedeschi è comunque concentrata nei paesi a ridosso del confine e soprattutto nelle zone di montagna.

NB. Le parole segnate con l'asterisco sono scomparse o stanno scomparendo dal linguaggio quotidiano.

Termini tratti dalla terminologia ecclesiastica

Amožna

l'elemosina o l'offerta che si raccoglie esclusivamente in chiesa.

Ted. das Almosen.

Andoht

ogni funzione religiosa "extra missam".

Ted. die Andacht.

Božja maltra (o martra)

il crocefisso. Letteralmente: il martire divino.

Ted. martern (torturare)

Britof

il cimitero.

Ted. der Friedhof.

Famoštar

il parroco.

Ted. der Pfarremeister.

Far

sacerdote, soprattutto in senso dispregiativo.

Ted. der Pfarrer.

Fara

parrocchia.

Ted. die Pfarre.

Faruš

la casa canonica.

Ted. das Pfarrhaus.

*Jogri

gli apostoli del Signore.

Ted. der Junger (discepolo).

Kelih

calice.

Ted. der Kelch

N.B. Kelih e monštranca sono due termini entrati anche nel vocabolario della lingua slovena.

Krancilj

corona di fiori che viene portata in occasione dei funerali.

Ted. der Kranz

Klìnpati e klimpac

suonare il campanello, (il campanello che viene usato soprattutto durante le sacre funzioni).

Ted. klinpern.

Mežnar

sacrestano.

Ted. der Messner.

Moštranca

ostensorio.

Ted. die Mostranze

Oufar o Ufar

l'offerta che i fedeli danno al sacerdote durante la santa messa di Natale.

Ted. das Opfer.

Turam

torre campanaria.

Ted. der Turm

Vahti

la festa di Tutti i santi e la commemorazione dei defunti. Notare anche l'espressione "biti na vahti" = stare o essere di guardia.

Ted. wachen (vigilia di festa).

Vierma, anche Bierma

il sacramento della confermazione o cresima.

Ted. die Firmung

Vieruh

incenso.

Ted. der Weihrauch

Žegan

benedizione. Anche požegniti (benedire), žegniti se (fare il segno della croce).

Ted. der segen.

*Žerh

lapide o monumento tombale.

Ted. der Sarg.

Termini eclesiastici

Termini legati direttamente o indirettamente alla terminologia ecclesiastica, la maggior parte dei quali è presente anche nei più antichi libri stampati sloveni. Presumo che molte di queste voci siano penetrate nel dialetto del Natisone anche per la mediazione della lingua slovena usata nella predicazione e nell'insegnamento del catechismo.

Bukva

libro, in certe località anche "quaderno". das Buch

Bruman

buono, mansueto, diligente.

Glih

giustamente, esattamente; anche pargliha: esempio, anche parabola evangelica; glihati, zglihati se: accordarsi; gliha nel senso di compagno, coeataneo, della stessa risma ecc. Es. "je njegà gliha".

Ted. gleichen

Fardamati se

dannarsi; anche fardaman: dannato.

Ted. verdammen.

Fraj

libero; frajnost: libertà).

ted: frei.

*Gmajna

si usa solamente nella recita del Credo: ... vierjen v gmajno svečeniku... credo nella comunione dei santi.

Ted. gemein

Gnada

grazia.

ted. di Gnade.

Grivinga

pentimento; grivati se: pentirsi.

Ted. geriwven.

Lon

ricompensa, premio; zaloniti: ringraziare.

Ted. der Lohn.

Luštno je

si sta bene, si è contenti, c'è allegria.

ted. Lustig.

Pouerbati

ereditare.

Ted. erben.

Šačati

valutare, soppesare.

Ted. schätzen

Šenkati

regalare;

šenk: regalo;

paršenkati:perdonare; es. "ti jo na paršenkan! = Non te la perdonerò!

Štrafati

castigare; štrafinga:castigo; anche disgrazia o contrattempo nella espressione: "kaka velika štrafinga!"

ted. strafen; die Strafe.

Špot

vergogna; zašpotovati : svergognare;

anche špodielati se: prendersi gioco di qualcuno, soprattutto delle persone handicappate in genere.

Ted. der Spott; spotten.

Trošt

consolazione, anche speranza; troštati: consolare.

Ted. der Trost.

Žlahta

la parentela

Ted. das Geschleht.

Žmagati, zažmagati

prendere in giro qualcuno.

Ted. schöhen

Zleht

cattivo, malvagio.

Ted. schlecht

In questo elenco sono ragruppati alcuni prestiti tedeschi che sembrano abbastanza antichi e che si possono comparare con quelli precedenti.

Cerati

consumare; ceringa:cibo, alimento.

Ted. zehren.

Fauč

senza valore, falso.

Ted. falsch.

Frišan

veloce.

Ted. frisch

Graužati se

far senso, far ribrezzo.

Ted. grausen.

* Grunt

proprietà, terreni.

Ted. Grunt.

* Jerperga

locanda, albergo.

Ted. die Herberge.

Lintver

drago.

Ted. der Lindwurm.

Nimar

sempre.

Ted. immer.

Nuc, nucno, nucati

vantaggio, uso, vantaggioso, usare.

Ted. der Nutzen.

Kumrati se

lamentarsi.

Ted. kümmern

Kuštan

furbacchione, ingegnoso.

Ted. die Kunst.

Ošermati se

difendere, conservare.

Ted. schiermen.

Rajtati

fare i conti; ratinga: il conto.

Ted. rechnen; die Rechmung.

Rigierati

comandare, far rigare dritto.

Red. dirigieren.

Šmekati

me na šmeka = non mi piace.

Ted. schmecken.

Uoharnik

avaro; uoharnij: avarizia.

Ted. der Wuherer.

Višno

probabilmente.

Ted. gewiss.

Viža

modo; "na majdno vižo" = in nessun modo.

ted. die Wise.

Žihar

avverbio affermativo: Sì, certo!.

Ted. sicher.

Žmah

cattivo odore.

ted. der Geschmack.

Mestieri, attività artigianali e simili

* Furman

carrettiere.

Ted.der Führmann.

Jagar

cacciatore.

Ted. der Jagër

Jaga

caccia.

Ted. die Jagd.

Jagati

cacciare

Ted. jagen.

Kugla, patrona

cartuccia

Ted.die Kugel.

Šiht

calcio del fucile.

Ted. der Schaft.

Kramar

venditore o merciaiolo ambulante.

Ted. der Krammer

Guzlerati

vendere le merci di casa in casa.

Ted. de Hausierer

Pilda

immagine sacra.

Ted. das Bild

"Iti V gajzenpon"

emigrare, andare lontano da casa col treno.

Ted. die Eisenbahn.

Malar

pittore.

Ted. der Maler.

Malati

dipingere, tinteggiare.

Ted. malen.

Namalan

dipinto, colorato; anche assai somigliante; "namalan an vedart ku njega oča" = preciso, identico a suo padre.

Ted. malen.

malinga

quadro.

Ted. malen.

Mojster

artista, ottimo artigiano.

Ted. der Meister.

Petjar o Pekjar

mendicante: petjati: mendicare.

Ted. der Bettler; betteln.

Suoštar

calzolaio.

Ted. der Schuster.

Šuolne

scarpe).

Ted. der Schuh

Tišer

falegname.

Ted. der Tischler

* Urmohar

orologiaio.

Ted. der Uhrmacher

Žnidar

sarto.

Ted. der Schneider.

Vestiario, oggetti di uso personale e caratteristiche legate alla persona umana.

Aržet

tasca.

Ted. aser.

Fajfa

pipa

Ted.die Pfeife.

Fajfati

fumare.

Ted. die Pfeife

Fiertuh

grembiule.

Ted. das Vortuch.

Flajšter

cerotto.

Ted. das Pflaster.

Gvant

vestito.

Ted. der Gewand.

Lajbič

panciotto, gilè.

Ted. das Lebchen.

Ledih

celibe o nubile.

Ted. ledig.

Leban

il corpo umano.

Ted. der Leib.

Rinka

fede nuziale.

Ted. der Ring.

Špraha

lingua.

Ted. die Sprache.

Štima

voce. " Nie dal štime" = non ha aperto bocca. "Ne šti, ne gi" = nessun segno!

Ted. die Stimme.

Lump

spendaccione; lumparija : allegra compagnia.

Ted. der Lump.

Šuoh

debole.

Ted. schwach.

Zleht

cattivo, malvagio.

Ted. schlecht.

Žnabu - Žnabla

persona molto loquace; linguaccia.

Ted. der Schnabel.

Glaž

vetro, bicchiere.

Ted. das Glass.

Glažuna - glažovna

vetri rotti.

Ted. das Glass.

Fingret

ditale.

Ted. der Fingerhut.

Luojtre

scala portatile.

Ted. die Leiter.

Kišta

cassetta.

Ted. die Kiste.

Krigelj

boccale per birra.

Ted. der Krug.

Koufar o Kufar

baule.

Ted. der Koffer.

Peglajz - piglajz

ferro da stiro.

Ted. das Bügeleisen.

Pieglati

stirare.

Ted. bügeln.

Puojštar

cuscino.

Ted. der Polster.

Rink - rinka

cerchi o anelli di ferro sul fornello; fede nuziale.

Ted. der Ring.

Ruksak

zaino.

Ted. der Rücksache.

Šipa

vetro della finestra o dell'auto.

Ted. die Scheibe.

Šola

scodella.

Ted. die Schale.

Šporget

fornello, cucina economica.

Ted. das Spambett.

Špica

raggio dell'ombrello, ferro per maglia, rametti secchi da mettere sul fuoco.

Ted.die Spitze.

* Špampet

lettiera.

Ted. das Spanbett.

Spiegu

specchio.

Ted. der Spigel.

Stenge

scale esterne o interne alla casa, scalinata.

Ted. die Stiege.

Štrink

corda corta.

Ted. der Strick.

Taht

Lucignolo.

Ted. der Docht.

* Tinta

inchiostro.

Ted. die Tinte.

Trugla

cassetto della tavola, dell'armadio.

Ted. die Truhe.

* Uankuš

cusino.

Ted. Wangküssen

Žaifa - žajfati

sapone; insaponare.

Ted. die Seife; sejfen.

Parole tecniche tratte dalla terminologia artigianale.

* Ahje

strumento per pettinare o scardassare la lana.

Ted. die Heckel.

ahjati

scardassare o pettinare la lana.

Ted. hecheln.

Bajs

colore bianco fatto con calce ed acqua per imbiancare le pareti; bajsati: imbiancare le pareti di casa.

Ted. weiss; weissen.

* Cigla

piastrelle o planette che si mettono sotto le tegole.

Ted. der Ziegel.

Cvek

chiodo.

Ted. der zweck.

Cvekič

chiodino.

Ted. come sopra.

Čarauf - šarauf

vite; serratura.

Ted. die Schraube

Začaraufati; zašaraufati

avvitare; chiudere strettamente.

Ted. come sopra.

* čukež

filo di ferro.

Ted das Zuckeisen.

* Drajcat

tornire.

Ted. drechseln.

Drajsunjak

tornio.

Ted.

Drieta

filo impeciato usato dai calzoiao.

Ted. der Draht.

Farba

colore.

Ted. die Farbe.

Farbati

colorare.

Ted. farben.

* Glidi

gli anelli della catena.

Ted. das Glied.

Kietna

catena.

Ted. die Kette.

Klanfa

arpione, fermaglio di ferro.

Ted. Klampfen.

Lor

tubo.

Ted. das Rohr.

Pleh

lamiera di ferro.

Ted. das Blech.

Rust

armatura.

Ted. die Rüstung.

Stih

punto di ago.

Ted. der Stich.

Štikjac

verso di una poesia.

Ted. come sopra.

Šmier

lubrificante per macchine.

Ted. die Schmiere.

Šina

rotaie della ferrovia, lunga stecca di ferro.

Ted. die Schiene.

Špuoja

girella, rotella; "cidule" in fr.

Ted. die Spule.

* Šuter

ghiaia.

Ted. der Shotter.

Uelb

soffitto a volta.

Ted. dieWölben.

Ahtati

stare attenti.

Ted. achten.

Cukati

strattonare.

Ted. zucken.

* Cijati

mirare e lanciare.

Ted. zielen

* Fruoštati

fare la colazione.

Ted. frühstücken.

Fruoštak

colazione.

Ted. das Frühstück

Fuotrati

foraggiare.

Ted. füttern.

Fuotar

foràggio.

Ted. das Futter.

Laufati

correre; spasseggiare.

Ted. laufen

Merkati

osservare.

Ted. mercken.

Pucati

pulire.

Ted. putzen.

Rihtati

far rigare dritto; je rihtig: è giusto, esatto, va bene!).

Ted. richten.

Šinfati

sgridare, inveire contro qualcuno.

Ted. schimpfen.

Špancirati

passeggiare.

Ted. spazieren.

Špegati

spiare.

Ted. spähen.

Špilati

giocare, divertirsi; zašpilati: perdere gioco.

Ted. spielen.

Špricati

spruzzare, annaffiare.

Ted. spritzen.

Štokniti

trafiggere.

Ted. stecken.

Sparati

risparmiare; šparunjak: salvadanaio.

ted. sparen.

Tancati

ballare.

Ted. tanzen.

Tragati se

ami se traga" = mi pesa, non ho voglia).

Ted.träge.

Trinkati

bere oltre misura.

Ted.trincken.

Trafiti - trefiti

colpire.

Ted. treffen.

Trucati

minacciare.

Ted. trötzen.

* Trukati

scrivere in stampatello.

Ted. drucken.

Uagati

osare.

Ted. wagen.

Uarentati se

arrangiarsi.

Ted. wahren.

Ušafati

trovare.

Ted. schaffan.

Vederbati

rovinare.

Ted. verderben.

Zaflauzati

sgridare, svergognare;anche sperperare.

Ted. fläuse.

Žlajfati

frenare; anche parlare a vanvera.

Ted. scheleifen.

Žnufati

annusare il tabacco da naso.

Ted. schuffen.

Cibi

Snite

"sope" - fette di pane immerse in latte e uova e fritte nell'olio.

Ted. die Schnitt.

Špeh

lardo.

Ted. der Speck.

Smolc

sain - grasso di maiale.

Ted. das Schmalz.

Štrudel

dolce di mele.

Ted. der Strudel.

Strukji

struchi.

Bavarese: struckel.

Dalla terminologia meteorologica

Cajt

tempo (anche meteorologico).

die Zeit;

Fajtno

umido.

Ted. feucht.

Hica

febbrone.

Ted. die Hitze.

Luht

l'alto, il cielo.

Ted. die Luft.

Àltruž

"Rosa centifolia"

bav. e avstr. Gartenrose.

Cimber

susino.

Bavarese: zeibern.

Flance

piantine di cavolo o verza da trapianto.

Ted. die Pflanze.

Pušpan

bosso, "boxus sempervirens".

Ted. der Buchsbaum.

Drek

escremento.

Ted. der Dreck.

Fajno

bello; je fain = è bello.

Ted. fein.

Folk

gente; je bluo puno folka = c'era tanta gente.

Ted. der Volk.

Fertig

basta, fine.

Ted. fertig

Geler - keler

soldi; nie kelerja = non c'è soldo.

Ted. der Heller

Ojcet

festa di nozze).

Ted. die Hochzeit.

Rajža

cammino.

Ted. die Reise.

Špitau

ospedale.

Ted. das Spital.

Špraha

lingua (spregiativo).

Ted. die Sprache

Špuojca

rotella; anello vertebrale.

Ted. die Spule.

Štelat, Parštelat,

ricevere posta.

ted. stellen, bestellen.

Šuola

scuola.

ted. die Schul.

Šuolar

scolaro.

ted. der Schuler.

Taužint ali Touzint

mille.

Ted. das Tausend.

Žlah

colpo.

Ted. der Schlag

Žlemper

catenaccio.

Ted. Slegerbrùcke.

Blumarji

maschera di Montefosca (portano in testa un grande fiore stilizzato).

Ted. die Blume (fiore).
Božo Zuanella

Realizzazione della pagina Ruben Specogna



Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it