Quando un'opera serve da sfida


Quando queste funi a sbalzo sono state impiantate, nessuno immaginava che sarebbero state anche utilizzate per dimostrare una certa bravura.
Era coraggio, temerarietà o solamente una stupidaggine.

Per buttarsi cosi nel vuoto, appeso ad un cavo, senza nessuna sicurezza, un po’ di follia c’era.

Un minimo di calcolo l’hanno previsto, prendendo con loro un paio di freni a mano fatti semplicemente di pezzi di rami in forma giusta per frenare la carrucola, per paura e necessità.

In un dislivello cosi importante, la velocità era micidiale; per capirne l’emozione, bisognava provare e confrontarsi con essa; tutto era li.
Per fortuna, non c’è stato nessun incidente grave; è capitato qualche volta che uno si fosse fermato nella parte bassa; per la paura, ha frenato troppo presto; cosi bisognava andare a riprenderlo.

Questa prodezza si è persa nel tempo come tante altre.
Guerrino Cencig

Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it