Premiazione del concorso letterario della Slavia, “Naš Domači izik”



Si è svolta presso la sala consigliare del Comune di San Leonardo la cerimonia di consegna dei premi del concorso letterario della Slavia, ‘’Nas domači izik’’, parte del più ampio progetto di valorizzazione della lingua locale promosso dalle Amministrazioni comunali di Drenchia, Grimacco, Pulfero, San .Leonardo e San Pietro al Natisone con finanziamento regionale e sostegno organizzativo dell’Istituto Slavia Viva e del Circolo culturale Jacopo Stellini.

In presenza dei Sindaci delle cinque amministrazioni coinvolte, Franceso Romanut, Eliana Fabello, Camillo Melissa, Antonio Comugnaro e Mariano Zufferli e dei due consiglieri regionali dell’area, Roberto Novelli e Giuseppe Sibau il numeroso pubblico presente ha potuto ascoltare le due vincitrici del concorso - Liana Dugaro di Stregna per la poesia e Magda Succaglia di San Pietro al Natisone per la prosa - che, emozionate, hanno letto alcuni dei testi premiati. La Giuria del concorso ha deciso di premiare anche Renzo Onesti, Guerrino Cencig e Chantal Charpentier per la qualità degli elaborati presentati. Va segnalato che questi due ultimi partecipanti sono residenti in Francia e che la signora Chantal, cittadina francese, ha imparato il Nediško, la lingua propria della Slavia, via internet, tramite i corsi approntati dal prof. Nino Specogna sul sito Lintver. Chantal Charpentier è la moglie di Guerrino Cencig originario di Montefosca. Si sono conosciuti in Francia dove Guerrino è emigrato da giovane. Chantal si è innamorata della lingua nediška sentendo cantare il coro dei “Nediški puobi” in occasione di una sua visita nelle Valli. Volendo andare oltre alla melodia e curiosa di capire il senso di quei canti, Chantal ha cercato il modo di poter imparare quella lingua, parlata dalla popolazione delle Valli ma non riconosciuta ufficialmente. Ogni rientro nelle Valli - anche se per pochi giorni - diventava un’occasione per incontrarsi con il coro e gustare i canti tradizionali popolo della Slavia. Finalmente, un giorno, è entrata in contatto con il prof. Nino Specogna, maestro di musica ed autore della Gramatika e del Besednjak (Vocabolario) della lingua nediška. Grazie ad internet la francese Chantal ha iniziato ad imparare quella lingua - tramite una fitta corrispondenza telematica con il prof. Specogna - riuscendo ad elaborare testi sempre più significativi, fino a partecipare al concorso “Nas domači izik” ed essere premiata. Grazie alla grande disponibilità del prof. Nino Specogna, l’esperienza “didattica” sperimentata con Chantal Charpenier Cencig è stata intrapresa anche da altre persone, residenti nelle Valli e dintorni, espressione di quel crescente movimento culturale che tende ad affermare l’originalità delle cultura e lingua - e quindi della specificità identitaria - della “Schiavonia veneta sopra Cividale”.

Il rapido e consistente svilupparsi di quel movimento ha portato i promotori dell’iniziativa di insegnamento della lingua nediška a programmare la sistematizzazione dell’esperimento didattico telematico per renderlo fruibile ad una platea molto più vasta di utenti, nelle Valli o lontani, in particolare all’importante componente della diaspora. “Si tratta di una scommessa di portata storica ” afferma Mirko Clavora, assessore alla Cultura del Comune di Pulfero. “Se non riusciremo, nei prossimi anni, a restituire alla nostra popolazione la consapevolezza della dignità di essere comunità autentica ed autonoma e liberarla dai pesanti condizionamenti esterni oggi in atto, ogni sforzo per tentare di avviare qualche timido processo di riscatto socio-economico sarà vano. E’ sarà la fine della Slavia”, conclude il giovane amministratore.

La serata, coordinata dalla prof.ssa Michela Gus è proseguita con la consegna dei premi tramite il dott. Mirko Clavora, assessore alla Cultura del Comune di Pulfero, capofila dell’iniziativa. Particolare successo hanno riscosso sia i canti eseguiti in lingua locale da un gruppo di una ventina di alunni delle scuole delle Valli che hanno partecipato alla parte del progetto a loro dedicato che quelli eseguiti dal coro dei “Nediški puobi” di Pulfero.




Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it