Trota marmorata

Salmo Trutta Marmoratus
Caratteristiche della Trota Marmorata e sua distribuzione nelle Valli.


CARATTERISTICHE E DISTRIBUZIONE NELLE VALLI


E' una trota unica al mondo, sicuramente nostrana e che purtroppo, per vari motivi, è in continua diminuzione, tanto da essere minacciata di estinzione.
Nelle Valli del Natisone la marmorata tende ad insediarsi nei corsi di maggiore portata.
Soprattutto, quindi, nel fiume Natisone.
E' praticamente assente nei torrentelli e fiumiciattoli, in cui domina la trota fario.
La trota marmorata ha un aspetto slanciato.
Su un colore di fondo grigio chiaro, con sfumature che vanno dall'argento al rosa-arancio, al bruno-dorato, vi sono sinuose diffuse variegature scure che, fondendosi tra loro, danno alla livrea un caratteristico aspetto marmoreo.
Alcune di queste trote possono presentare sui fianchi e fino ad una taglia intorno ai 35 cm, del pigmento rosso, che poi scompare per sempre.
Raggiunge dimensioni notevoli: si conoscono esemplari di 1,40 m. di lunghezza per oltre 20 Kg. di peso.

ALIMENTAZIONE

Nei primi 2-3 anni di vita la marmorata ha dieta simile a quella della fario, a base di larve di insetti, crostacei e altri invertebrati bentonici. Successivamente diviene sempre più marcatamente ittiofaga.

RIPRODUZIONE, IBRIDI E MISURE MINIME DI CATTURA

Si ha motivo di ritenere che la marmorata sia una sottospecie della fario, tant'è che le due specie possono benissimo incrociarsi dando origine ad ibridi fecondi.
La misura minima di cattura per marmorata ed ibridi varia, a differenza della zona, tra i 35 e i 40 cm.
Tali misure, che da molti possono essere ritenute esagerate, sono un modo semplice e naturale per assicurare la sopravvivenza di base e, sperabilmente, il suo incremento: prima della cattura la trota deve poter riprodursi almeno una o, ancor meglio, due volte; per essere sicuri che quasi tutte le femmine di marmorata depongano le uova per la prima volta si deve attendere che raggiungano una lunghezza di circa 35 cm.
L'inclusione degli ibridi nelle norme di tutela è data dal fatto che, come già esposto, marmorate purissime, fino a taglie di 35 cm. circa, possono venire scambiate con gli ibridi stessi, a causa di macchie rosse, temporanee nelle prime e permanenti nei secondi.



CONVEGNO SULLA MARMORATA

Il 31 marzo 2000, a S.Pietro al Natisone, organizzato dall'ETP e dall'AIIIAD con il patrocinio della Comunità Montana delle Valli del Natisone, si è tenuto il "Primo Colloquio Italo-Sloveno sulla trota marmorata" per mettere a confronto esperienze scientifiche e gestionali sia in Italia che in Slovenia su questo importante salmonide.
Negli ultimi trent'anni, infatti, la trota marmorata ha mostrato la tendenza ad una drastica diminuzione: ora, lentamente e con molte difficoltà, questo pesce ha ripreso quota come consistenza: questo è dovuto sia alle rigide regole sulla sua pesca, sia all'allevamento in cattività e al successivo ripopolamento dei corsi d'acqua d'origine.

Il prossimo appuntamento in Slovenia, nel 2002.

Alberto Terenzani

Realizzazione della pagina Alberto Terenzani

Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it