CALENDULA

(Calendula officinalis L.)

E’ una pianta fortemente aromatica con foglie a margine intero o leggermente dentato, lanceolate larghe.
I fiori si presentano in toni dal giallo all’arancione in capolini grandi da 4 a 7 cm e formati a loro volta da lunghi fiori ligulati.
Fiori, soprattutto freschi

Principali costituenti

Olio essenziale composto, carotenoidi, resina, xantofilla, saponine, mucillagine, principio amaro.

Proprietà

E’ un rimedio che si usa da secoli come regolatore delle mestruazioni (emmenagogo)e calmante dei loro dolori (dismenorroico).
E’ inoltre un buon coleretico, antisettico e cicatrizzante.

Indicazioni

Trova impiego nell’insufficienza e dolori mestruali (amenorrea e dismenorrea) e nella congestione epatica.

Entra nella composizione di numerosi preparati per via esterna contro le verruche e in generale contro le ipercheratosi; le screpolature e i geloni, le piaghe di ogni specie, le scottature, l’acne e le foruncolosi; nel trattamento di ferite, ulcerazioni con perdita di sostanza post-traumatica, quando si teme la sovrapposizione batterica e si desidera una cicatrizzazione rapida.
A tale scopo si può impiegare direttamente la tintura madre, opportunamente diluita.

Modo d’impiego

Uso interno:
- Infuso: un cucchiaio da dessert in una tazza d’acqua bollente.
Tenere in infusione 10 minuti.
Una tazza prima dei pasti (per i fenomeni mestruali, somministrare quindici giorni prima delle mestruazioni).

- Tintura madre: 30-40 gocce. Due-tre volte al dì (con le stesse modalità dell’infuso).

Uso esterno:
- 2 manciate per litro.
Bollire 10 minuti.


Per bagni o compresse sulla zona interessata:
- foglie fresche schiacciate su verruche e calli
- tintura madre come già indicato
- pomata e unguenti.

In medicina popolare si adopera l’infuso al 10% nei casi di catarro bronchiale, in dose di due bicchierini al giorno.

Vi è pure una curiosa credenza che attribuisce agli effluvi di questi fiori la proprietà di predisporre la donna alla fecondazione.

Infine i fiori della calendola si possono mangiare in insalate composte.
Dott. Franco Fornasaro

Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it