I funghi

Descrizione dettagliata di oltre una quindicina di funghi tra i più noti e diffusi. Lavoro interdisciplinare della classe 2°B. Anno scolastico 1998-99. Insegnanti: Gabriella del Zotto, Francesca Rossi, Cinzia Merlino.

Lactarius deliciosus - Agarico delizioso


Habitat

vive comunissimo, solitario o in colonie lineari o circolari, nei boschi di conifere e loro radure, soprattutto nei terreni calcarei, ove si trova da luglio al tardo autunno.

Cappello

carnoso, dapprima ombelicato indi depresso-imbutiforme, misurante sino a 15 cm in diametro, di colore arancione o mattone, per lo più a zone concentriche di colore più carico, in età adulta maculato di verde-grigio.

Lamelle

fitte e un po' decorrenti, di colore uguale o alquanto più oallido del cappello e con analoghe maculature verdi.

Gambo

breve, cilindrico,concolore con il cappello, segnato da fossette ovali o rotonde di colore più carico, dapprima pieno, indi cavo.

Carne

bianco-giallina in profondità, di colore arancione verso l'esterno.

Sapore

odore grato e sapore marcato.

Commestibilità

mangereccio, definito delizioso da Linneo per il suo buon sapore; ottimo cotto al forno o alla graticola.

Amanita phallojdes - Amanita verdognola


Habitat

I primi esemplari compaiono a luglio, ma i suoi mesi tipici sono settembre e ottobre; cresce sotto latifoglie con una netta preferenza per noccioli e querce.

Cappello

viscido con tempo umido e traslucido-sericeo con tempo secco, è di colore verdognolo od olivastro, talora molto pallido o volgente al grigio-verdastro, a margine liscio, nudo.

Lamelle

fitte e bianche, nettamente staccate dal gambo.

Gambo

cilindrico e slanciato, è bianco, ornato da un anello bianco e striato, non molto ampio, cascante a maturazione avanzata, nonché alla base da una volva pure bianca, ampia e membranacea.

Carne

bianca e immutabile, inodora negli esemplari giovani, di odore viroso, cadaverico in stato avanzato.

Spore

velenose, che si disperdono con facilità e intaccano gli altri funghi, se raccolti nello stesso cestino.

Sapore

mite.

Commestibilità

velenoso-mortale; pericolosissimo! Bisogna assolutamente conoscerlo, per evitare di coglierlo.

Armillaria mellea - Chiodini - Famigliola buona


Habitat

Cresce in autunno cespitoso alla base dei tronchi o sulle radici dei salici, dei pioppi, dei gelsi e anche delle acacie. Qualche volta isolato, assume in tal caso maggiori dimensioni.

Cappello

Il colore è giallo - ocraceo, bruno olivastro, ornato di squame. La forma del cappello è leggermente umbonata. Inizialmente emisferico o globoso, si fa man mano sempre più appianato e sensibilmente umbonato i margini del cappello negli individui molto vecchi sono striati. Misura fino a 8 cm circa di diametro.

Lamelle

Le lamelle dapprima sono biancastre, macchiate in seguito di una tinta ocraceo rossastra poco alte e brevemente distanziate.

Gambo

Il gambo è flessuoso e di colore giallastro, molto alto.

Anello

L'anello di solito è inserito molto in alto, il colore è giallastro o bianchiccio, duraturo, robusto e striato.

Carne

Bianca e soda nel cappello (fibrosa o legnosa nei funghi maturi) e bianca o brunastra nel gambo.

Spore

Bianche in massa.

Sapore

Odore lieve, sapore amaro, acidulo.

Commestibilità

Buono.

Russola emetica - Colombina rossa


Habitat

Boschi di conifere e di latifoglie, in terreni ricchi di vegetali in decomposizione. Comune dall'estate all'autunno.

Cappello

Relativamente piccolo da 4 a 5 cm circa di diametro, prima convesso poi concavo di colore rosso vivo con superficie lucida e umida il margine è talvolta a larghe striature.

Lamelle

Bianche, candide, a volte con lievi riflessi giallini, elastiche, piuttosto strette, libere al gambo. ---++++ Gambo Alto 5,8 - 1,5 cm, cilindrico, liscio, bianco. Da giovane pieno e solido, poi spugnoso, molle e assai fragile.

Carne

Molle spugnosa nel gambo, pieno negli esemplari giovani, bianca, ma rosata sotto la cuticola.

Spore

Biancastre in massa.

Sapore

Odore gradevole e sapore piccante.

Commestibilità

Tossico causa disturbi grasto-intestinali.

Cortinarius praestans - Cortinario prestante


Habitat

Nei boschi di latifoglie o nei boschi misti, in terreni preferibilmente argillosi e calcarei. Cresce nella tarda estate e in autunno.

Cappello

Può raggiungere i 30 cm di diametro. Di colore bruno-rossiccio o bruno-vinoso con margine talvolta violetto, coperto da un velo biancastro-violaceo che può lasciare in seguito alcune placche dello stesso colore da globoso a emisferico, poi piano. Convesso, infine, più o meno disteso, sodo e carnoso, molto viscido con tempo umido.

Lamelle

Piuttosto fitte, alte, annesse al gambo, di colore grigio - biancastre soffuse di lillacino, poi a maturazione brune - rugginose.

Gambo

Il gambo è massiccio, pieno, panciuto e tozzo da giovane, poi slanciato bulboso di colore bianco lillacino ocraceo con l'età.

Carne

Soda, spessa, di colore biancastro nel cappello e nel bulbo, azzurrino - pallido nel gambo.

Spore

A forma di mandorla, verrucose, molto grandi. Fulvo - ocracee in massa.

Sapore

Sapore dolce e odore nullo.

Commestibilità

Buono. Si può considerare, dal punto di vista della combustibilità, il migliore fra i cortinari.

Cortinarius orellanus - Bixa orellana


Habitat

Boschi di latifoglie, castagni e soprattutto querce, ma anche sotto aghifoglie. Compare nella tarda estate e in autunno.

Cappello

Da 3 a 8 cm circa di diametro, bruno-fulvo, bruno-rossiccio o rossiccio-aranciato, , ricoperto da finissime squame con colori. Dapprima convesso-campanulato, poi spianato, con un umbone basso e ottuso. Carnoso al centro, sottile al margine, che è delicato e spesso fessurato. Asciutto.

Lamelle

Di color giallo-rossastro, poi bruno-rugginose. Rade, spesse, larghe, decorrenti con un dentino.

Gambo

Ocraceo oppure ocraceo-giallastro, con sfumature rossastre, cilindrico, spesso attenuato alla base. Sodo.

Carne

Da giallo-chiara a fulva, esigua ai margini del cappello.

Spore

In massa di color ruggine, ellittiche

Commestibilità

Velenoso mortale. I suoi effetti si manifestano anche due settimane dopo l'ingestione.

Hifoloma fasciculare - Falso chiodino


Habitat

Cresce sui ceppi di conifere e latifoglie ( si può trovare tutto l'anno).

Cappello

2 - 7 cm globoso, poi convesso con la carne non spessa liscio, giallo solferino più scuro al centro, inizialmente con frangiature al bordo.

Lamelle

Fitte, strette annesse color zolfo all'inizio, poi ocracee o olivastre, bruno, marcato alla fine.

Gambo

Esile flessuoso, giallo zolfo o giallastro arancio alla base ornato superiormente da una cortina bianco giallastra che può aderire al cappello.

Carne

Giallo, molto amara con odore sgradevole.

Spore

Bruno porpora, pronunciatamente ellittiche 6,8x3,5 micron.

Sapore

Tossico, amaro con odore sgradevole.

Commestibilità

Tossico causa disturbi gastrointestinali.

Lepiota procera - Mazza di tamburo


Habitat

Cresce in estate-autunno, è comune sia nei prati che al margine dei boschi.

Cappello

Il cappello può raggiungere anche i 20 - 30 cm di diametro da sferico-campanulato nello stadio giovanile, a convesso e infine spianato, sempre con grosso umbone centrale. La cuticola si desquama irregolarmente in squame brunastre disposte con frequenza decrescente dal centro alla periferia, ed è frangiato al margine.

Lamelle

Le lamelle sono fitte, alte, larghe, distanti dal gambo bianche, volgenti con l'età al roseo, poi al giallognolo.

Gambo

Il gambo raggiunge i 20 - 30 cm di lunghezza, 2 - 3 cm di spessore, lungo, cilindrico, duro, fibroso cavo è slanciato e ingrossato progressivamente verso la base che termina in un bulbo largo anche 4 - 5 cm e ricoperto su tutta la superficie da bande brunastre.

Carne

La carne è bianca, tenera in gioventù, ma alquanto tenace negli individui adulti quella del cappello, molto fibrosa quella del gambo. L'anello è doppio, grosso, ampio, libero e scorrevole sul gambo, con colore uguale al cappello.

Spore

Le spore hanno odore e sapore di nocciola.

Commestibilità

Ha un'ottima commestibilità si adopera la sola carne del cappello, tenera e prelibata.

Amanita muscaria - Ovolo malefico


Habitat

Cresce più frequentemente nei boschi di conifere che in quelli di latifoglie, in estate-autunno.

Cappello

Nei primi stadi il cappello è coperto da uno spesso velo bianco che poi si spacca formando le squame. E' emisferico se giovane e quindi appiattito, appena sollevato ai bordi di un vistoso rosso sangue o rosso-arancione, con verruche che diventano sempre più rare verso il margine striato. Col tempo le verruche scompaiono, ma possono anche mancare del tutto. Carnoso, un po' viscido, può raggiungere i 20 cm di diametro.

Lamelle

Bianche, fitte, intercalate da numerose lamelle, libere al gambo.

Gambo

Alto fino a 20 - 25 cm, spesso da 1 - 3 cm, da bianco a giallognolo, cilindrico, slanciato, pieno poi cavo, nettamente bulboso alla base è sormontato da cerchi concentrici di squame bianche: i resti della volva.

Anello

Quasi all'apice del gambo, da bianco a giallino molto pallido, è ampio, a gonnella.

Volva

Bianca, friabile, dissociata in placche anulari aderenti al bulbo.

Carne

Soda, bianca

Spore

Bianche in masse, ovali.

Sapore

Insapore ed inodore.

Commestibilità

Tossico.

Amanita caesarea - Ovolo buono


Habitat

è un fungo tipico del meridione, che si va rarefacendo man mano che si va a nord; il suo mese classico è settembre; cresce solo sotto latifoglie con decisa preferenza per il castagno e, un po' meno, per le querce; è più facile trovarlo su terreni silicei (ma anche calcarei), ma difficilmente vive oltre i 700-800 m di altitudine. A causa dell'intensa raccolta nel passato e soprattutto a causa dell'abbandono dello sfalcio si fa sempre più rado e per questo è destinato a scomparire.

Cappello

il corpo fruttifero si presenta da giovane interamente rinchiuso in una bianca membrana che gli conferisce l'aspetto di un uovo; quando la membrana si lacera, ne fuoriesce il fungo adulto con cappello colore arancio volgente al rosso, sprovvisto o quasi di verruche, striolato al margine.

Lamelle

sono fitte e di colore giallo-solfino.

Gambo

è di colore giallo-solfino, ornato alla base dalla volva formante un sacco membranaceo bianco e bene sviluppato, a margini irregolari, e in alto, poco sotto il cappello, da un anello membranaceo striolato di colore pure giallo-solfino.

Carne

è bianca.

Sapore

odore e sapore grati.

Commestibilità

mangereccio di primo merito, noto da data antichissima e già in auge presso i Romani.

Lactarius torminosus - Peveraccio delle coliche


Habitat

Quasi sempre sotto le betulle o nelle immediate vicinanze. Cresce in estate-autunno.

Cappello

Dimensioni 4 - 12 cm, dapprima convesso poi piano o anche depresso, ricoperto su tutta la superficie da una peluria pronunciata e alle volte irregolare, con zone concentriche più o meno evidenti: colore, crema arancio o rosa incarnato margine dapprima fortemente involuto e unito al gambo da fitti peli che si staccano formando un festone bambagioso.

Lamelle

Fitte, sode, bianche, inframmezzate da lamelle, colore crema o carnicino, con riflessi rosati

Gambo

2,6 x 0,8 cm circa sodo, ingrossato in alto e ottenuto verso il basso finemente pruinoso, qualche volta cilindrico da biancastro a rosa-arancio.

Carne

Bianca, spessa, soda immutabile, spugnosa nello stipite.

Spore

Crema- pallide in massa o anche incarnate, ellittiche.

Sapore

Odore gradevole di frutto, sapore appena acre.

Commestibilità

Tossico

Boletus scaber (carpini) - Porcinello grigio


Habitat

vive comune sotto le latifoglie, specie sotto le betulle, i pioppi tremoli e le querce, ove compare in estate e in autunno.

Cappello

emisferico, carnosetto,liscio o un pò rugoso, glabro, secco, di colore variabile dal giogio al bruno-cuoio, a cuticola non facilmente staccabile, a margine ornato da residui membranacei di ugual colore, misurante da 4 a 10 cm in diametro.

Tubuli

bianco-grigiastri, a pori minuti e rotondi di egual colore,, annerenti al tatto.

Gambo

cilindrico ed esile, attenuato in alto, pieno, di colore bianco, ornato da fibrille o squame brune o nerastre.

Carne

molle, bianca, divenente grigia o tenuamente azzurrognola all'aria

Sapore

odore e sapore grati.

Commestibilità

fungo di buon gusto, adatto al misto; annerisce alla cottura; raccogliere esemplari molto giovani e non permeati d'acqua; togliere lo strato dei tubuli, che è mucillagginoso, e il gambo che è fibroso.

Boletus rufus (aurantiacus) - Porcinello rosso


Habitat

vive nei boschi di latifoglie, in specie sotto betulle, i pioppi tremoli e gli ontani, ma anche sotto le querce e i faggi, ove compare in estate e in autunno.

Cappello

regolare, emisferico, glabro, secco, di colore mattone o arancione-fulvo, con margine ornato da residui membranacei del velo anulare, misurante da 5 a 12 (20) cm in diametro.

Tubuli

biancastri, lascianti uno spazio anulare libero tutto intorno al gambo, a pori muniti e rotondi.

Gambo

cilindrico, slanciato, rigido, carnoso, , pieno, ornato da numerose squame granuloso bruno-nerastre disposte per lo più in file longitudinali.

Carne

compatta, tenera, biancastra, ma assumente all'aria una tonalità rosea o celestina.

Sapore

senza odore particolare, di sapore grato.

Commestibilità

mangereccio di ottima qualità, ottimo specie nel misto, presenta il solo inconveninete di divenire quasi nero alla cottura.

Boletus aereus - Porcino comune


Habitat

è un fungo amante delle stagioni temperate; fa una prima comparsa nella tarda primavera, per poi eclissarsi per un mesetto e ricomparire in estate fino ad autunno inoltrato; l'esatto periodo di crescita, oltre che dall'andamento climatico, dipende dall'altitudine e dall'esposizione a sud o a nord; in generale compare a fine maggio e, poi, in settembre sotto i 500-600 m; a fine giugno e, poi, in agosto-settembre in montagna. Cresce sotto parecchi tipi di alberi, sia conifere sia latifoglie; più comune sotto faggi, peccio, castagno, quercia, nocciolo, betulle.

Cappello

regolare ed emisferico di colore castano-bruno con numerose sfumature a seconda delle stazioni di raccolta e delle condizioni meteoriche, carnoso e compatto, glabro, misurante da 5 a 20 (30) cm in diametro. Tuboli giallognoli passanti al verdognolo in età più avanzata, a pori minuti,, rotondi, del medesimo colore.

Gambo

robusto, compatto, cilindrico o ventricoso, di colore bruno chiaro o anche quasi bianco, ornato da un reticolo regolare a maglie lasse.

Carne

compatta, bianca, immutabile.

Sapore

odore e sapore molto gradevoli.

Commestibilità

commestibile, eccellente.

Boletus satanas - Porcino malefico


Habitat

Spunta sotto i faggi e altre latifoglie, su terreni calcarei e in posizioni calde. Cresce da luglio a settembre.

Cappello

Leggermente viscoso e arrotondato a cuscino, di colore grigio-pallido o cenerognolo, assume, invecchiando, toni verdastri o brunastri. Può raggiungere i 25 cm. di larghezza.

Tubuli

Molto lunghi, arrotondati al gambo; di colore giallo o giallo-verdastri; diventano blu al tocco.

Pori

Minuti, arrotondati, di uno splendido colore rosso sangue, che diviene giallo al bordo del cappello; diventano azzurri al tocco.

Gambo

Il gambo panciuto e diversamente colorato, sopra giallo intenso, verso la base violetto e ornato da un reticolo rosso a maglie strette; anche il gambo diventa rapidamente grigio-azzurro al tatto.

Carne

La carne giallo tenue, al taglio diventa azzurrognola in circa venti secondi.

Spore

Bruno olivastre, fusiformi.

Sapore

E' l'unico tra i boletus ad avere sapore dolciastro.

Commestibilità

E' l'unico Boletus sicuramente tossico; ingerito crudo, provoca vomiti persistenti.

Amanita panterina - Tignosa bruna




Habitat

Boschi sia di latifoglie che di conifere. Molto comune in estate e autunno.

Cappello

Misura 6-10 cm di diametro, convesso e poi piatto di colore da grigio a bruno oliva il margine è striato ricoperto da numerose verruche bianche piramidali, residuo del velo generale, qualche volta assenti per la pioggia. Viscoso a tempo umido.

Lamelle

Fitte, libere, arrotondate al gambo, bianche, con numerose lamelle.

Gambo

Alto da 7 a 10 cm circa, largo 1 - 1,5 cm, bianco, piuttosto slanciato cilindrico un po' allargato alla base. Pieno, poi subito cavo.

Anello

Piuttosto basso, bianco festonato. Nel fungo adulto può anche mancare.

Volva

Biancastra aderente al bulbo, sul quale, alcuni residui formano 20 più anelli concentrici più o meno fioccosi ed interi.

Carne

Bianca, tendente al giallo-arancio sotto la pellicola del cappello.

Sapore

Il sapore è mite e odore sgradevole negli esemplari stagionati.

Caratteristica

Si riconosce dal cappello bruno cosparso di verruche bianche piramidali.

Commestibilità

Tossica
Classe 2° B - Scuola Media Statale di S. Pietro - anno sc. 1998-99.
Insegnanti: Gabriella Del Zotto, Francesca Rossi, Cinzia Merlino
Realizzazione della pagina Ruben Specogna



Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it