GINEPRO - BRIENJE

(Juniperus communis L.)

Bacche del secondo anno, ma anche foglie e legno duro.

Arbusto sottile o basso albero, con foglie aciculari e con una linea chiara sulla pagina superiore, che produce delle coccole bleu-nere.
Cresce su pascoli e ai margini di boschi di conifere soleggiati dalla pianura alla montagna; bellissime e suggestive sono le ricerche sul ginepro quale specie pioniera nella dinamica delle vegetazioni.

Principali componenti

Molti della serie terpenica: diterpeni piuttosto insoliti e sesquiterpeni classici. Inoltre tannini.

Proprietà

Bacche

E’ un tonico delle funzioni viscerali, del sistema nervoso, delle vie digestive ed eccitante generale delle secrezioni.
E’ inoltre uno stomachico e depurativo.

Legno

E’ un diuretico uricolitico-sudorifero.
Presenta ancora un'azione emmenagoga, una blanda azione antidiabetica e un’interessante attività antireumatica, favorendo proprio l’escrezione dell’acido urico e delle tossine.

Indicazioni

Trova impiego in molte affezioni delle vie urinarie, anche accompagnate da albuminuria, oliguria e litiasi.
Quindi nella gotta e nei reumatismi di vario tipo; chi soffre di diabete mellito può associano alle cure ufficiali. In ogni caso astenersi dall’ assumerlo in corso di infiammazione acuta dei reni.

All’esterno lo si usa per eczemi umidi e acne, dermatosi di vario tipo e anche in veterinaria per la scabbia del cane (olio di cadè).

Modo di utilizzazione

Bacche

Infuso
20-30 g per litro d'acqua o un cucchiaino per tazza.
Lasciare in infusione 10 minuti,
3 tazze al giorno (stomachico e diuretico)

Opercolo: polvere micronizzata, 200-300 mg per capsula.
2 al dì dopo i pasti principali (coadiuvante nelle cure per il diabete).

Tintura madre: 25 gocce prima o dopo i pasti (antiartritico)

Legno

50 g per litro d'acqua in decotto.
Per lavaggi di piaghe torpide, ulcere e per eczemi.

Medicina popolare

Offre molte possibilità.
Un rametto completo di bacche, posto in una bacinella di acqua bollente, è impiegato per suffumigi contro il catarro bronchiale e il raffreddore.
Le bacche, schiacciate e messe a macerare in alcool o grappa danno un liquore molto gradevole e aromatico.
Il decotto delle bacche, usato in caso di febbre o in stato influenzale, ha proprietà sudorifere.
In Istria si usa farne un thé antireumatico, che si beve caldo a bicchierini.

Una ricetta

Per ottenere il vino di ginepro:
bacche frantumate 30 g,
rametti tagliati 15 g,
vino bianco i litro.
Lasciare macerare 4 giorni.
Passare e aggiungere 30 g di zucchero.
Da un bicchierino da liquore a un bicchiere normale al giorno (tonico, aperitivo, diuretico, antilitiasico, indicato anche per la febbre).
L’azione tonica è rafforzata se si aggiunge un pizzico di assenzio e 15 g di radice di rafano.
Dott. Franco Fornasaro

Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it