LARICE - MASASAN

(Larix decidua MiLi.)

Resina

Albero con aghi decidui verde chiaro, portati a ciuffetti da corti brachiblasti; in autunno volgono al giallo-oro.
Strobili arrotondati con squame strettamente aderenti.

Cresce lungo la catena alpina fino al limite boschivo ed è frequentemente piantato in luoghi più bassi.

Principali componenti

E’ il principale fornitore di laricina o trementina veneta il balsamo tratto dalla foratura dei boschi, ricco di essenze a natura terpenica.
L’essenza si ottiene per distillazione della trementina con acqua e vapore acqueo non surriscaldato.
Quindi occorre procedere ad una purificazione perché il prodotto così ottenuto è viscoso, colorato e acido.
L’olio essenziale officinale forma con l’acqua e soprattutto in presenza di aria, un idrato che è la terpina.

Proprietà

Per os l’olio essenziale svolge la stessa azione della terpina: è un fluidificante delle secrezioni bronchiali e diuretico.
E, inoltre, un dissolvente dei calcoli biliari, un antireumatico ed un vermifugo.

Per uso esterno è un parassiticida, un antalgico, revulsivo e cicatrizzante antisettico.

Indicazioni

Per os adatto in tutti i tipi di bronchiti (in passato godeva un’ottima reputazione anche per alcune forme tubercolari), cistiti, uretriti e problemi annessi.
Antielmintico efficace; anche in questo caso con un’ottima storia nel passato, quando risultava uno dei rimedi più selettivi contro la tenia.

Per uso esterno in molte forme di reumatismi, nevralgie e nella sciatica. Impiegabile pure in caso di scabbia e di pediculosi.

Modo di utilizzazione

Os. Olio essenziale:
3-5 gocce su zolletta di zucchero 3-5 volte al dì dopo i pasti.
Non superare mai le dosi prescritte!

Entra pure in numerose formulazioni assieme ad altri oli essenziali.

Opercolo: assorbito su eccipiente adatto.

Uso esterno

Fumenti inalatori:
assieme all’olio essenziale di eucalipto e di pino.

Linimento o balsamo (anche sotto forma di resina grezza):
assieme all’olio essenziale di canfora, rosmarino, timo.

L’essenza di trementina, infine, entra nella composizione di numerosi preparati farmaceutici.

Medicina popolare

Ottimi risultati si ottengono con la resina.
Essa viene impiegata per le lesioni traumatiche o le ammaccature delle ossa, specialmente delle costole.
Si spalma la resina su una garza e la si appoggia sulla parte malata, ricoprendola con una velina per riparare gli indumenti.
La si toglie quando passa il dolore.
Dott. Franco Fornasaro

Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it