MANDORLA (dolce) SLADKA' MANDORLA

(Prunus amygdalus var dulcis)

Una rubrica semplice che guarda al vegetale dell'orto, del campo e del bosco vicini, cercando possibili connessioni con la medicina popolare od etnoiatrica.

Frutto

Origina da un albero, originario dell’Asia centrale, coltivato fin dall’antichità nelle regioni mediterranee.
Del mandorlo esistono parecchie varietà: la dulcis è la sola commestibile.
E’ ricco fra l’altro di principi oleosi (55-75% di oleina), di vitamine (soprattutto la vit. A) e di alcuni sali minerali (calcio, fosforo, potassio, zolfo e magnesio).
La mandorla secca è particolarmente calorica: 606 calorie per 100 g.

Proprietà

E’ molto nutritivo. E’ energetico e soprattutto a livello nervino. E’ rimineralizzante.

Indicazioni

Uso orale: ottimo in gravidanza e durante l’allattamento.
Trova impiego nelle astenie fisiche e intellettuali, è utile a chi pratica sport.

Dovrebbe essere preso in considerazione in caso di infiammazioni e spasmi della gola, delle vie polmonari.
A livello intestinale combatte la stipsi e la putrefazione. Può essere consumato dai diabetici.

Uso esterno: l’olio di mandorle è un eudermico per eccellenza.
Lo si può usare per trattare scottature, screpolature, secchezza della cute e nelle otalgie.

La mandorla va comunque assunta con moderazione:
non più di sei-dieci frutti al giorno.

Il latte di mandorla - tornato di recente in grande considerazione tra i dietologi ed i naturopati - ottenuto per macerazione del frutto mondo e successiva concentrazione fino a consistenza di pasta (può essere arricchito di miele), si impiega contro gli spasmi e l’infiammazione dello stomaco, dell’intestino e delle vie urinarie.
Come coadiuvante lo si può associare pure nel trattamento delle tossi spasmodiche.
Può essere somministrato anche al lattante con attenzione e precauzione.

L’olio di mandorla è uno dei migliori purganti e lassativi che esistano:
uno-due cucchiai da minestra al mattino a digiuno nell’adulto;
uno-due cucchiaini da caffè al bambino di tanto in tanto (perchè le regole di tipo naturale sconsigliano l’uso di qualsiasi lassativo sotto i dodici anni).
Favorisce l’eliminazione dei calcoli urinari (associato all’olio di noce).

Curiosità

Con i fichi, le nocciole e l’uva passa, la mandorla dolce costituisce il dessert più igienico (i quattro questuanti, a ricordo dei quattro ordini:
francescani, agostiniani, domenicani, carmelitani, che non accettavano che questi frutti come offerta).

La fitoterapia moderna, infine, assegna al macerato glicerinato o gemmoderivato di mandorlo delle interessanti proprietà:
ipocolesterolerizzante, anti-ipertensiva e antisclerosi vascolare.
Le indicazioni pertanto sono:
- ipercolesterolemia e dislipidemia;
- ipertensione arteriosa ed arteriosclerosi.

50 gocce una volta al dì (del preparato ottenuto secondo le regole della farmacopea francese).
Erbe e salute a cura di Franco Fornasaro
DOM 2000

Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it