Ambienti naturali devastati da moto da cross nelle Valli del Natisone


Lo denunciano i cittadini:
“le autorità competenti avviino immediati controlli”
Devastati sentieri e ambienti che Comune e associazioni cercano di valorizzare: “basta alle gare e alle gimcane fuori legge”.

“Facciamo tutto quello che possiamo, con non poco sacrificio, per tutelare il nostro territorio, che è di tutta la comunità. Spendiamo energie, tempo e denaro pubblico, e non tolleriamo più l’atteggiamento di persone incivili che, violando ogni norma, si esercitano liberamente, impuniti, in gimcane non autorizzate sul territorio”.

A chiedere immediati e maggiori controlli da parte delle autorità deputate e a dire basta alla deturpazione del territorio è il sindaco di Pulfero, Piergiorgio Domenis.
Il primo cittadino denuncia, e non è la prima volta, l’azione deleteria di giovani e meno giovani che, in sella alle loro moto da cross, devastano gli spazi naturali che il Comune e le associazioni locali cercando di valorizzare sotto il profilo turistico e ambientale.

“In particolare nei finesettimana, ma non solo, queste persone del tutto incivili percorrono con le loro moto tratti dove è vietato accedere con questi mezzi - spiega Domenis -.
Quella presa più di mira è la località di Spignon/Kraguinza ove sono molto evidenti i gravi danni causati da gimcane e gare fuori legge.
Anche altre parti del comune sono state devastare.
L’effetto è deleterio: i sentieri dedicati agli escursionisti spariscono, diventano impercorribili a piedi; le stradine bianche assumono l’aspetto di pozzanghere di fango e, per essere rimesse in ordine e in sicurezza, necessitano di interventi costosi, che pesano sulle spalle di tutti.
Alcuni mezzi montano, è evidente, grossi pneumatici invernali e da fuoristrada, lasciando sul terreno caratteristiche tracce: profondi tappi che devastano tracciati, prati e ambienti di rara bellezza”.

Domenis è stato raggiunto da molte segnalazioni di cittadini che lamentano, da tempo, questo problema.
“È ora di individuare i colpevoli e di bloccare definitivamente queste incursioni incivili. A beneficio di tutti”.
Paola Treppo

Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it