Circuito del monte Svet Kocjan - San Canziano

Un percorso facile e leggero anche per bambini. Il percorso è adatto ad ogni stagione, con la neve o col caldo torrido! E' un tuffo nel verde dei boschi!

Itinerario

Basta avere a disposizione un'ora e mezza di tempo. Qualsiasi giorno dell'anno va bene. Va benissimo fare questo percorso anche con la neve.
Colori invernali
Colori invernali
Ideali sono le giornate calde estive con tempo secco. Il percorso è adatto anche per bambini.

Da San Pietro al Natisone si percorre la statale fino al Km 25, dove, immediatamente prima della segnalazione del venticinquesimo chilometro, in curva, si diparte la strada comunale che porta a Mezzana su strada asfaltata di circa 3 chilometri.

A Mezzana si parcheggia la macchina e a piedi si inizia il percorso su una strada interpoderale che inizia a sinistra della fontana, non senza prima aver osservato le due grandi vasche monolitiche della fontana stessa.

La strada interpoderale sale dolcemente nel bel mezzo di un bosco recente ma molto folto.
Dopo circa un quarto d'ora la strada raggiunge un tornante girando improvvisamente a est verso una ripida rampa di cemento.
Prima di recarvisi è bene dare un'occhiata al panorama da un angolo del tornante. E' un punto di osservazione interessante sulla Valle del Natisone e in particolare su Pulfero, come si vede dalla seguente foto.
Colori e panorami
Colori e panorami
Dopo la rampa in cemento un secondo tornante vira nuovamente verso nord.
La strada è sempre meno ripida.

Si può osservare sulla sinistra un ambito naturalistico particolare, caratterizzato da un bosco di betulle allo stato puro.

Lungo il tragitto si possono vedere antichi esemplari di castagno; più avanti, verso la cima si vedranno bellissimi esemplari di carpino nero e carpino bianco e un bosco di faggi.

Nel tratto dove la strada diventa pianeggiante e lentamente gira verso est, si incontra una biforcazione. La strada interpoderale principale prosegue verso nord, dirigendosi verso Rodda (circa mezz'ora di strada pianeggiante per Skubina). Una pista forestale recente, invece, sale sulla destra verso il costone del monte San Canziano. Si sale per questa pista.

Dopo circa cinque minuti la pista si trasforma in sentiero, che sale ancora, fino a una biforcazione: il sentiero sulla destra porta alla cima del Svet Kocjan, quella a sinistra è il sentiero da percorrere, segnalato 749.

Chi lo desidera può salire alla cima del Svet Kocjan per vedere la chiesetta diroccata e poi scendere, continuando, alla sella Svet Kocjan-Svet Jur, allungando in questo modo il percorso di mezz'ora abbondante.
La chiesa fantasma
La chiesa fantasma
Ruderi ancora miracolosamente in piedi
Ruderi ancora miracolosamente in piedi
E' meglio dedicare un'escursione esclusivamente alla chiesetta del San Canziano, come è descritto in natura/percorsiapiedi/mezzanascanziano.

Adesso, preso il sentiero 749, il sentiero è pianeggiante e continuerà ad esserlo fino alla sella San Canziano-San Giorgio.
Il sentiero corre a nord del San Canziano, completamente in mezzo al bosco, come tutto il percorso, e quindi molto fresco anche in estate.
C'è una grande varietà di piante. Interessanti dei bellissimi esemplari di ciliegio selvatico.

Giunti alla sella si incontra il sentiero gemello 749A, che sale verso il monte San Giorgio, per proseguire poi verso il Matajur.

Noi, virando a destra, iniziamo a scendere.

Subito incontriamo un altro bivio. Il sentiero di sinistra ci porterebbe a Vernassino. Noi proseguiamo, invece, per il sentiero di destra.
Vernassino
Vernassino
Il percorso è in leggera discesa, quasi pianeggiante e solo a piccoli tratti un pò ripido o con qualche piccola difficoltà da superare semplicemente con l'attenzione.
Siamo sul lato est del monte San Canziano, un versante piuttosto ripido e sassoso, ma densamente alberato.

Suggestivo il luogo dove il sentiero, superato il versante est, si immette su quello sud. Sicuramente viene la voglia di sostare un pò, non tanto per riposare, quanto per godere della bellezza del luogo. Ora il sentiero scende un pò ripido verso una sella pianeggiante, dove passa il sentiero che da Mezzana porta a Vernassino.

Noi abbandoniamo il sentiero 749A, per prendere proprio questo sentiero che in poco più di dieci minuti ci porterà a Mezzana, per chiudere il nostro interessante circuito naturalistico.

Ruben Specogna

Realizzazione delle foto e della pagina Ruben Specogna

Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it