Don Mario Laurencig


E' nato a Spignon (parrocchia di Antro nel comune di Pulfero) il 21 novembre 1908
Don Mario Laurencig, parroco di San Volfango e di Drenchia, è stato, assieme ad altri sacerdoti sloveni delle nostre Valli, uno dei più attivi e convinti fondatori e collaboratori del nostro giornale.

In tempi che mutavano così rapidamente, in una situazione socio-economica molto precaria, che vedeva la lenta decomposione della nostra comunità ed il suo degrado anche dal punto di vista culturale, si sentiva l'esigenza di un mezzo di informazione che collegasse le nostre comunità e le richiamasse al sacrosanto dovere di mantenere la propria identità etnica e spirituale.

Così nel Natale del 1966 nasceva il Dom come bollettino interparrocchiale con sede proprio a San Volfango.

Don Mario Laurencig è nato a Spignon (parrocchia di Antro nel comune di Pulfero) il 21 novembre 1908.

Entrato a 14 anni in seminario, fu consacrato sacerdote l'8 luglio 1934 e il 15 dello stesso mese celebrò la prima Messa nella chiesetta di Santo Spirito di Spignon.
Il 19 agosto fece il suo ingresso nella vicaria di San Volfango, dove ancora oggi svolge con zelo ed energia il ministero sacerdotale.
Dal 1980 è anche parroco di Drenchia. Convinto
del valore della cultura,
della parlata slovena,
della sua gente
e convinto anche che il suo degrado avrebbe provocato la perdita dell'anima della nostra comunità, don Mario, oltre alla fondazione ed alla vita del nostro giornale, collaborò attivamente e si fece promotore di tutte quelle iniziative culturali ed economiche che miravano alla valorizzazione ed al mantenimento della cultura slovena locale ed a frenare l'emigrazione.

In occasione della Messa d'oro il gruppo redazionale, gli amici e tutti i lettori del Dom si stringono attorno a don Mario per dirgli un grazie di cuore e per augurargli ancora tanti anni di fruttuoso lavoro pastorale fra la nostra genle.

Il 15 luglio scorso don Mario ha celebrato la Messa d'oro davanti alla chiesetta di Spignon circondato dai familiari, da numerosi sacerdoti e amici.

L'omelia è stata tenuta da don Emilio Cencig, parroco di Tribil superiore, dall'alto di un pulpito alquanto particolare:
un podio sistemato fra i rami di un tiglio secolare, da dove proprio 50 anni fa, don Giuseppe Simiz, allora cappellano di Mersino, predicò di fronte ad una folla immensa.
A destra il tiglio dal quale predicò prima don Giuseppe Simiz e poi don Emilio Cencig
A destra il tiglio dal quale predicò prima don Giuseppe Simiz e poi don Emilio Cencig
DOM

Questo sito, realizzato e finanziato interamente dai soci, è completamente independente ed amatoriale.
Chiunque può collaborare e fornire testi e immagini a proprio nome e a patto di rispettare le regole che trovate alla pagina della policy.
Dedichiamo il sito a tutti i valligiani vicini e lontani di Pulfero, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna, Grimacco, San Leonardo, Drenchia, Prepotto e di tutte le frazioni e i paesi.

www.lintver.it
© 2000 - 2018 Associazione Lintver
via Ponteacco, 35 - 33049 San Pietro al Natisone - Udine
tel. +39 0432 727185 - specogna [at] alice [dot] it